Skip to content

I Millenials Erasmus: l'innovazione sociale passa attraverso il digitale

Informazioni tesi

  Autore: Giulia Leonardi
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2017-18
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Scienze politiche, sociologia, comunicazione
  Corso: Organizzazione e Marketing per la Comunicazone d'impresa
  Relatore: Stefano Scarcella Prandstraller
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 115

Il presente elaborato si propone di tracciare una panoramica sui risultati raggiunti dal programma Erasmus e dal network studentesco ESN. Il successo dell'Erasmus è dovuto alla sua forte valenza educativa e sociale. Infatti, la sua finalità non è solo quella di favorire lo studio, l'occupazione e le prospettive reddituali dei giovani e di permettere attraverso un'accresciuta mobilità la creazione di un mercato unico europeo del lavoro, ma anche quella di instillare nelle nuove generazioni un'identità europea e una maggiore apertura alla diversità sociale e culturale.
Nel primo capitolo ho ripercorso in breve l'evoluzione dell'Unione Europea, dal Trattato di Maastricht fino alla Strategia Europa 2020, focalizzando l'attenzione sulle politiche giovanili.
I piani programmatici elaborati dall'UE hanno creato maggiori opportunità nell'istruzione e nel mercato del lavoro, promuovendo la cittadinanza attiva e la solidarietà tra i giovani.
Nel secondo capitolo ho spiegato che cosa sia la mobilità, ma soprattutto che cosa rappresenti per uno studente universitario andare all'estero. Mi sono avvalsa delle indagini di vari istituti di ricerca e dei rapporti tecnico-scientifici della Commissione europea. I dati emersi hanno confermato la necessità di dare un sostegno più convincente al problema della disoccupazione giovanile, sia a livello finanziario, sia a livello sociale, creando nuovi progetti e nuove opportunità di studio e di lavoro, in ambito digitale. Quello che è apparso nella sua urgenza è stato adeguare gli strumenti più idonei e al passo con i tempi, adatti a colmare il gap e le carenze strutturali determinate dalla crisi occupazionale.
La generazione dei Millenials ha risposto in maniera positiva, interagendo con le piattaforme online e con tutte quelle forme di comunicazione che coinvolgono in tempo reale gli utenti.
Nel terzo capitolo ho descritto l'Erasmus Student Network (ESN), un'associazione studentesca internazionale no-profit, caratterizzata da numerose attività e realtà progettuali.
Ho voluto poi concludere nel quarto capitolo quest'analisi sul mondo giovanile, realizzando una ricerca empirica sulle sezioni ESN Roma ASE ed ESN Sevilla. Le ho poste a confronto secondo diversi parametri, per valutarne la capacità, l'efficacia di coinvolgimento e il grado di gradimento da parte dei giovani Erasmus in mobilità. Ho fatto ricadere la scelta su Roma perché è la città sede del mio corso di studi, mentre Siviglia è stato il luogo dove ho svolto l'Erasmus nel 2017.
Le conclusioni si sono basate sugli esiti che ho dedotto dalle risposte dei questionari, corredate dalle citazioni delle interviste rivolte ai volontari di ESN.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione Spiegare cosa sia oggi l’Europa, come si sia evoluta nel corso degli anni, non è certamente un’impresa semplice. I fatti, gli avvenimenti che hanno dato vita al progetto europeo sono stati tanti, innumerevoli e singolari. I padri fondatori si sono ispirati ai principi fondamentali stabiliti dai trattati, con l’intento ben preciso di trasmettere tale eredità alle nuove generazioni.. Se prestiamo attenzione agli obiettivi e alle sfide che l’Europa ancor oggi si ripromette di raggiungere, ci accorgiamo che le conclusioni non sono così lontane, considerando che la crisi che si vive in Europa è la stessa che investe gran parte dei paesi extra europei. Lo studio sin qui affrontato mi ha permesso di valutare i progressi politici ed economici che l’Unione Europea ha sostenuto fino ad oggi, non senza difficoltà e contrasti. Il Libro bianco sulla Gioventù, le nuove strategie messe in campo, la politica del dialogo e della comunicazione, la rete digitale, l’Erasmus, sono solo alcuni dei passaggi significativi e per certi versi obbligati del lungo percorso intrapreso dall’Europa, per poter dare risposte esaurienti ai numerosi problemi e alla crisi che da decenni affligge la nostra gioventù in Europa. L’Erasmus è stato un progetto che ha consentito a tanti giovani studenti europei, di muoversi liberamente all’interno dei paesi, dell’area comunitaria, rispondendo in modo efficace alla richiesta di studio, lavoro e professionalità. Con l’aggiornamento del programma Erasmus+ (plus) si è consolidato nel tempo, quantitativamente per numero di studenti e qualitativamente per i programmi inseriti, il concetto di mobilità. Ho cercato di spiegare che cosa sia la mobilità, ma soprattutto che cosa rappresenti per uno studente universitario andare all’estero. Altrettanto importante è stato sottolineare l’impegno di acquisire una formazione informatico digitale, per consolidare la propria posizione lavorativa e professionale. In questa direzione si è mossa la Commissione Europea, quando ha adottato il 17 gennaio 2018, la “comunicazione sul piano d’azione per l’educazione digitale”. L’Europa finalmente ha accettato la sfida del mondo tecnologico in linea con le nuove generazioni nate tra il 1980 e il 2000 , i “Millenials”. Questa generazione, cresciuta con Internet e la banda larga, appartiene alla società cibernetica partecipativa e ha a che fare con le community, i social, i format pubblicitari e creano conversazioni con i social network.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi