Skip to content

Imaging medico-nucleare con analoghi della somatostatina radiomarcati: Analisi comparativa degli aspetti tecnici

Informazioni tesi

  Autore: Alessandro Freiles
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2017-18
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Medicina e Chirurgia
  Corso: Tecniche di Radiologia Medica per Immagini e Radioterapia
  Relatore: Duccio Volterrani
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 65

Un ruolo particolarmente importante nell’iter diagnostico dei tumori neuroendocrini è rivestito dalle tecniche di imaging Medico-Nucleare come la scintigrafia recettoriale con Octreoscan® e Tektrotyd® e la PET/TC con peptidi analoghi della somatostatina radiomarcati con 68Ga, che sfruttano la caratteristica comune delle cellule neuroendocrine tumorali di presentare un’elevata densità di recettori di membrana per la somatostatina e si basano pertanto sull’utilizzo di suoi analoghi radiomarcati.
Lo scopo della presente Tesi è la valutazione degli aspetti tecnici inerenti l’impiego di due radiofarmaci analoghi della somatostatina a scopo diagnostico. In particolare, vengono considerate le peculiarità legate ai differenti radiofarmaci impiegati in U.O. Medicina Nucleare dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana (AOUP) nell’anno 2018. A partire da marzo 2018 infatti le indagini scintigrafiche effettuate su pazienti affetti da GEP-NET sono state eseguite impiegando Tektrotyd® in sostituzione di Octreoscan®. Questa Tesi si propone di analizzare le caratteristiche tecniche dell’impiego dei due radiofarmaci considerandone vantaggi e svantaggi, focalizzandosi, inoltre, sull’impatto dosimetrico connesso ai differenti radioisotopi gamma-emittenti con cui sono marcati. Materiali e Metodi: Per operare un’analisi di tipo comparativo tra i diversi aspetti tecnici che derivano dall’utilizzo dei due traccianti impiegati sono state valutati il consumo dei due radiofarmaci, influenzato dalla differente disponibilità del tracciante, legata a sua volta al diverso metodo di produzione e approvvigionamento, il numero dei pazienti sottoposti ad indagine medico-nucleare con un differente numero di kit, l’impatto dosimetrico determinato dall’utilizzo di Tektrotyd® e Octreoscan® sui pazienti oggetto di esame e sugli operatori, il timing indispensabile per l’esecuzione complessiva dei due studi ponendolo sia in relazione all’organizzazione del workflow, che dal punto di vista dell’impegno temporale del paziente, ed infine è stata proposta una stima dei costi delle due indagini diagnostiche, che sebbene, parziale, potesse tener conto simultaneamente del prezzo dei radiofarmaci con i rispettivi kit di preparazione, della modalità di approvvigionamento e della necessità di disporre di accessori specifici per il controllo di qualità e per la ricostituzione dei due prodotti.
La durata media della procedura diagnostica con Octreoscan® è risultata complessivamente in media circa 45 minuti superiore rispetto a quella con Tektrotyd®, principalmente a causa della necessità di dover svolgere nel primo caso nel 94.5% dei pazienti ulteriori acquisizioni tardive a 24 ore per soddisfare il quesito diagnostico rispetto agli studi con radiofarmaco tecneziato, dove nel 72.5% della popolazione campionaria non è stato necessario, oltre che alla minor durata intrinseca del protocollo ottimizzato. Inoltre, la stima del costo medio di un’indagine nel campione considerato con Octreoscan® è risultata moderatamente superiore a quella relativa al Tektrotyd®, attestandosi quest’ultimo come nettamente più vantaggioso dal punto di vista economico con un risparmio di circa il 70% del valore totale. Nel caso del campione di pazienti sottoposto a studio con quest’ultimo radiofarmaco, è stato riscontrato un notevole risparmio dosimetrico percentuale maggiore del 60% nell’esecuzione dell’intera indagine e una riduzione del 75% della frazione media dovuta al radiofarmaco. In aggiunta alle precedenti considerazioni, l'impiego di Tektrotyd® è risultato fortemente favorevole in termini di qualità di immagine rispetto a Octreoscan®, data la migliore ottimizzazione delle gamma- camere per l’energia dei fotoni gamma del Tecnezio-99m e la miglior risoluzione spaziale che comporta la scelta di un collimatore LEHR, rispetto a uno perfezionato per le medie energie, come nel caso dell’Indio-111.
La possibilità di disporre di un analogo della somatostatina marcato con Tecnezio-99m come il Tektrotyd® rappresenta una valida alternativa non solo all’Octreoscan®, considerato ormai un radiofarmaco superato, ma anche alla più costosa soluzione del 68Ga-DOTA peptidi, gold-standard dal punto di vista della sensibilità diagnostica.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
17 Materiali e metodi Per valutare le differenze e le analogie, quindi confrontare le due differenti tipologie di indagini medico-nucleari effettuate mediante l’utilizzo dei radiofarmaci Tektrotyd® e Octreoscan®, sono stati considerati molteplici parametri derivanti dall’effettiva esperienza lavorativa e dall’attività diagnostica svolta nella U.O. Medicina Nucleare Universitaria dell’AOUP. Nello specifico, per operare un’analisi di tipo comparativo tra i diversi aspetti tecnici che derivano dall’utilizzo dei due traccianti impiegati nell’effettuazione di una scintigrafia recettoriale con 111 In-pentetreotide oppure con 99m Tc-EDDA/HYNIC-TOC, sono state valutate principalmente le differenze nelle modalità di approvvigionamento e nelle tempistiche necessarie alla corretta preparazione dei radiofarmaci, il timing indispensabile per l’esecuzione complessiva dei due studi (analizzando la possibilità di dover eseguire gli esami in singola o doppia giornata) ponendoli sia in relazione all’organizzazione del workflow in U.O. Medicina Nucleare, che dal punto di vista dell’impegno temporale del paziente nell’ottemperanza all’esecuzione dell’indagine medico-nucleare. Inoltre, ulteriormente a quanto affermato finora, sono stati presi in esame come parametri di paragone, anche l’impatto dosimetrico determinato dall’utilizzo di Tektrotyd® e Octreoscan® rispettivamente nel semestre marzo-agosto 2018 e 2017 sui pazienti oggetto di indagine, e sugli operatori, considerando, in quest’ultimo caso, le operazioni di manipolazione dei due radiofarmaci da parte del TSRM, necessarie per il completamento della corretta procedura di preparazione di ambedue i prodotti. Infine, in ultima analisi, è stata proposta una stima dei costi delle due indagini diagnostiche, che sebbene, parziale, potesse tener conto simultaneamente del prezzo dei radiofarmaci con i rispettivi kit di preparazione, della modalità di approvvigionamento e della necessità di disporre di accessori specifici per il controllo di qualità e per la ricostituzione dei due prodotti. Apparecchiature Le acquisizioni, per quanto riguarda le indagini medico-nucleari con Tektrotyd® e Octreoscan®, nella U.O. Medicina Nucleare Universitaria dell’Azienda Ospedaliero- Universitaria Pisana (AOUP) vengono principalmente realizzate su gamma-camera SPECT

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

università
oncologia
medicina nucleare
terapia
imaging
scintigrafia
diagnostica per immagini
tumori neuroendocrini
tecniche di radiologia medica
medicina e chirurgia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi