Skip to content

Condotte antisociali e rendimento scolastico: uno studio empirico in una popolazione di preadolescenti

Informazioni tesi

  Autore: Santa Galluccio
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2011-12
  Università: Seconda Università degli Studi di Napoli
  Facoltà: Psicologia
  Corso: Psicologia
  Relatore: Gaetana Affuso
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 87

L’obiettivo del presente studio è, dunque, quello di analizzare il rapporto tra i due ordini di fenomeni: il comportamento antisociale e l’insuccesso scolastico, allo scopo di verificare se il mettere in atto comportamenti devianti possa incidere sul rendimento scolastico.
Il primo capitolo si focalizza sul primo aspetto di tale relazione, ossia comportamento antisociale, che comprende un insieme di condotte che mettono in pericolo la salute e il benessere psicofisico di chi le attua e di chi le subisce come, ad esempio, la delinquenza, il furto, il vandalismo, la frode, l’uso di droghe, la guida spericolata (Bonino, Cattelino, Ciairano, 2007). Vengono descritte le caratteristiche del comportamento antisociale e il suo sviluppo, con un accenno alle principali teorie sull’argomento. Infine, sono mostrate le principali conseguenze negative associate a tale fenomeno. Una di esse è proprio l’insuccesso scolastico, di cui si discuterà approfonditamente nel secondo capitolo, nel quale si passa in rassegna la vasta letteratura sull’argomento e le innumerevoli ricerche condotte, le quali hanno evidenziato che i ragazzi devianti e aggressivi ottengono risultati scolastici peggiori (Cattelino, Begotti, Bonino, 2002; Walker et al., 1998). Sono state prese in considerazione anche le differenze di genere; difatti, le femmine tendono a far meglio a scuola rispetto ai maschi (Francis e Skelton, 2005), mentre questi ultimi hanno un rendimento inferiore, percorsi scolastici più sofferti e riportano un maggiore tasso di violenza rispetto alle donne (Tomada, Tonci, Salteri, 2009).
Nel terzo capitolo è presentata la ricerca, effettuata su ragazzi frequentanti il terzo anno di scuola media inferiore della zona orientale di Napoli. È poi illustrato il metodo (partecipanti, strumenti utilizzati, procedura) e descritti i risultati, rappresentati graficamente.
Infine, nel quarto ed ultimo capitolo, sono riportate le discussioni dello studio, in cui si confrontano i risultati ottenuti con quelli della letteratura esistente, sono descritti i punti di forza e di debolezza della ricerca e sono proposte le eventuali implicazioni pratiche future.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
30 2.3 Compor tame nto anti soc i al e e i nsuc c e sso sc ol asti c o: qual e r e l az i one ? - 2.3.1 Assoc i az i one tr a l e mi sur e Pa re c c hi studi si sono oc c upa ti de l ra pporto tra disimpe gno sc ola stic o e d e siti proble ma tic i, e d ha nno se gna la to un'a ssoc ia z ione c onte mpora ne a tra sc a rso le ga me c on la sc uola e c omporta me nti proble ma tic i, de linque nz a , viole nz a e droga (Pa yne e t a l., 2003; He nry e t a l., 2007). Fino a lla me tà de gli a nni se tta nta ta li dime nsioni ve niva no studia te in modo indipe nde nte , tra sc ura ndo c osì l’e ve ntua le inte ra z ione tra di loro. Suc c e ssiva me nte i ric e rc a tori, a se guito de l diba ttito te oric o e me todologic o sul c omporta me nto de via nte in a dole sc e nz a , ha nno c ominc ia to a d inda ga re la re la z ione tra c omporta me nto e sc ola riz z a z ione e a d a dotta re una prospe ttiva di tipo longitudina le , a na liz z a ndo l’a nda me nto ne l te mpo di c ia sc una va ria bile e de ll’inte ra z ione tra di loro (Ste inbe rg e Ave ne voli, 1998). Gli studi di tipo c orre la z iona le ha nno a mpia me nte doc ume nta to il le ga me tra la qua lità de ll’impe gno sc ola stic o e que lla de l c omporta me nto soc ia le . I risulta ti me ttono in luc e c ome il suc c e sso a sc uola si a ssoc i a moda lità soc ia li di tipo positivo ve rso i pa ri: gli a dole sc e nti c he ha nno un buon profitto mostra no una ma ggiore e mpa tia ve rso i c ompa gni e si ra pporta no a loro c on moda lità prosoc ia li (Gre e n, Fore ha nd, B e c k e Vosk, 1980). Anc he W e ntz e l e C a ldwe ll (1997) trova no risulta ti a na loghi, c onfe rma ndo c ome ne gli a dole sc e nti si rile vi uno stre tto ne sso tra un buon re ndime nto e il c omporta me nto prosoc ia le , da un la to, e uno sc a rso profitto e l’a ggre ssività , da ll’a ltro. In un a ltro la voro di W e ntz e l (1993) e me rgono ulte riori e le me nti sulla re la z ione tra il modo in c ui si a ffronta la sc uola e il c omporta me nto soc ia le . I sogge tti c he mostra no disinte re sse ve rso la sc uola pre se nta no proble mi di tipo e ste rna liz z a nte . Un a ltro c ontributo vie ne da l la voro di Ga rne fski e Okma (1996) c he sottoline a no c ome spe rime nta re se ntime nti ne ga tivi ve rso la sc uola e re la z ioni c onflittua li c on gli inse gna nti si intre c c i c on il c omporta me nto viole nto. Olwe us (1993) ne i suoi la vori de sc rive il bullo c ome un sogge tto c he non ha un buon ra pporto c on la sc uola e c he non

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

drop-out
comportamento antisociale
insuccesso scolastico
preadolescenti
rendimento scolastico
aggressive-disruptive behavior

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi