Skip to content

Gli Exchange Traded Funds: Analisi di dati empirici e prospettive di crescita

Informazioni tesi

  Autore: Marco Busetto
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2017-18
  Università: Università degli Studi Ca' Foscari di Venezia
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Elisa Cavezzali
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 36

La grande crisi economica che nel 2008 colpì il mercato mondiale ha dato una grande prova di come l’ambiente finanziario possa essere dipendente da innumerevoli fattori, spesso difficili da prevedere e complessi da tradurre. Negli anni successivi, il settore azionario e quello bancario hanno dovuto fronteggiare la comprensibile diffidenza dei risparmiatori ed a distanza di un decennio la generale propensione al rischio è rimasta piuttosto bassa. È in questo clima di incertezza che il mondo dei mercati finanziari si sta evolvendo, seguito con decisione dalle grandi società indipendenti a discapito del sistema bancario.
La perpetua ricerca da parte dell’investitore medio di guadagni facili, sicurezza economica e rischio contenuto, ha spinto le società di intermediazione a proporre strumenti di investimento sempre più evoluti e complessi, aumentandone le opportunità ma anche i rischi. Un insieme di prodotti definibili atipici relativamente alle tipologie e alle modalità con cui vengono proposti al cliente sono senza dubbio gli Exchange Traded Products, e in particolare i fondi indicizzati quotati (ETF).
Dal 1993 (anno di introduzione del primo Exchange Traded Fund) ad oggi il settore ha sperimentato una crescita esponenziale: alcune analisi compiute dalla società “Lyxor” hanno confermato il 2017 come l’anno record per gli ETF nei mercati emergenti e in Europa: in Occidente gli asset sono aumentati del 23% rispetto all’anno precedente, raggiungendo la quota di 635 miliardi di euro. Per quanto riguarda invece il maggiore mercato statunitense, gli investimenti in ETF sono rimasti stabili, attestandosi su una cifra superiore ai 2000 miliardi di dollari.
L’evoluzione di questi strumenti è considerata da molti esperti del settore come il maggiore fenomeno finanziario dell’ultimo ventennio, innovativo e in continua trasformazione. Una categoria di strumenti che sta via via sostituendo i ben più comuni fondi di investimento, con tutto ciò che ne consegue.
Dopo una parte teorica riguardante gli Exchange Traded Products, il lavoro lascia spazio proprio alla contrapposizione tra gli ETF ed i fondi comuni di investimento, analizzandoli in via teorica ed empirica. Successivamente si concentra sui fondi indicizzati quotati, descrivendone gli sviluppi e le performance a livello italiano, europeo e statunitense. Un’analisi storica di due categorie di ETP viene poi effettuata, cercando di accentuare quelle che sono le migliori caratteristiche da prendere in considerazione nella scelta tra più ETP similari. La parte conclusiva della tesi si concentra, infine, su due possibili sviluppi futuri del settore, argomenti ancora in fase di sviluppo e che solo il tempo potrà dire se effettivamente plausibili.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 Intr oduz i one L a gra nde c risi e c onomic a c he ne l 2008 c olpì il me rc a to mondia le ha da to una gra nde prova di c ome l’a mbie nte fina nz ia rio possa e sse re dipe nde nte da innume re voli fa ttori, spe sso diffic ili da pre ve de re e c omple ssi da tra durre . Ne gli a nni suc c e ssivi, il se ttore a z iona rio e que llo ba nc a rio ha nno dovuto fronte ggia re la c ompre nsibile diffide nz a de i rispa rmia tori e d a dista nz a di un de c e nnio la ge ne ra le prope nsione a l risc hio è rima sta piuttosto ba ssa . È in que sto c lima di inc e rte z z a c he il mondo de i me rc a ti fina nz ia ri si sta e volve ndo, se guito c on de c isione da lle gra ndi soc ie tà indipe nde nti a disc a pito de l siste ma ba nc a rio. L a pe rpe tua ric e rc a da pa rte de ll’inve stitore me dio di gua da gni fa c ili, sic ure z z a e c onomic a e risc hio c onte nuto, ha spinto le soc ie tà di inte rme dia z ione a proporre strume nti di inve stime nto se mpre più e voluti e c omple ssi, a ume nta ndone le opportunità ma a nc he i risc hi. Un insie me di prodotti de finibili a tipic i re la tiva me nte a lle tipologie e a lle moda lità c on c ui ve ngono proposti a l c lie nte sono se nz a dubbio gli E xc ha nge T ra de d Produc ts, e in pa rtic ola re i fondi indic iz z a ti quota ti (E T F). Da l 1993 (a nno di introduz ione de l primo E xc ha nge T ra de d Fund) a d oggi il se ttore ha spe rime nta to una c re sc ita e spone nz ia le : a lc une a na lisi c ompiute da lla soc ie tà “ L yxor” ha nno c onfe rma to il 2017 c ome l’a nno re c ord pe r gli E T F ne i me rc a ti e me rge nti e in E uropa : in Oc c ide nte gli a sse t sono a ume nta ti de l 23% rispe tto a ll’a nno pre c e de nte , ra ggiunge ndo la quota di 635 milia rdi di e uro. Pe r qua nto rigua rda inve c e il ma ggiore me rc a to sta tunite nse , gli inve stime nti in E T F sono rima sti sta bili, a tte sta ndosi su una c ifra supe riore a i 2000 milia rdi di dolla ri. L ’e voluz ione di que sti strume nti è c onside ra ta da molti e spe rti de l se ttore c ome il ma ggiore fe nome no fina nz ia rio de ll’ultimo ve nte nnio, innova tivo e in c ontinua tra sforma z ione . Una c a te goria di strume nti c he sta via via sostitue ndo i be n più c omuni fondi di inve stime nto, c on tutto c iò c he ne c onse gue . Dopo una pa rte te oric a rigua rda nte gli E xc ha nge T ra de d Produc ts, il la voro la sc ia spa z io proprio a lla c ontra pposiz ione tra gli E T F e d i fondi c omuni di inve stime nto, a na liz z a ndoli in via te oric a e d e mpiric a . Suc c e ssiva me nte si c onc e ntra sui fondi indic iz z a ti quota ti, de sc rive ndone gli sviluppi e le pe rforma nc e a live llo ita lia no, e urope o e sta tunite nse . Un’a na lisi storic a di due c a te gorie di E T P vie ne poi e ffe ttua ta , c e rc a ndo di a c c e ntua re que lle c he sono le migliori c a ra tte ristic he da pre nde re in

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

storia
storia
fondi
fondi di investimento
borsa italiana
fund
etf
exchange
traded
indicizzati
quotati
fondi
fondi di investimento
borsa italiana
fund
etf
exchange
traded
indicizzati
quotati
storia
storia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi