Skip to content

John Martin, il sopravvissuto di Little Big Horn: storia di un italiano nell'America di Custer

Informazioni tesi

  Autore: Roberto Baldini
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Firenze
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Storia contemporanea
  Relatore: Federico Romero
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 56

Quando morì, la vigilia di Natale del 1922, pochi sapevano chi fosse. Certo non lo sapevano i medici e gli infermieri del Cumberland Hospital di Brooklyn, che avevano cercato invano di salvare quel vecchio italiano trasportato al pronto soccorso in condizioni disperate dopo essere stato investito da un camion. Non lo sapevano neppure le migliaia di newyorchesi che tutti i giorni, in una stazioncina dell’Upper East Side, si facevano strappare da lui il biglietto della metropolitana. Ma tutti seppero pochi giorni dopo, il 27 dicembre, quando l’italiano venne sepolto nel Cypress Hill National Cemetery di Brooklyn. Sulla sua lapide c’era scritto: John Martin, Sergente del 7° Cavalleria U.S., morto il 24 dicembre 1922. E non era un ex soldato qualsiasi. Perché quell’uomo, 46 anni prima, aveva portato l’ultimo messaggio del generale Custer durante la battaglia di Little Big Horn, il 25 giugno 1876. Era stato il solo soldato del suo reparto a restare vivo, e l’ultimo a vedere vivo il generale dai riccioli d’oro. John Martin, che in realtà si chiamava Giovanni Martino, trombettiere del 7° Cavalleria, che aveva sfidato le pallottole e le frecce di Sioux e Cheyenne per consegnare quell’ultima richiesta di aiuto di Custer prima del massacro, morì così. Solo, povero e dimenticato da tutti, in un letto d’ospedale, per un incidente. Beffe del destino. Attraversare la strada per lui si rivelò molto più pericoloso che attraversare orde di guerrieri indiani sulle colline del Montana.
Bisogna partire da qui, dalla fine, per raccontare la storia di John Martin, la storia di un italiano, di un emigrante che non cambiò mai mestiere, tranne che nell’ultima parte della sua vita. Era nato soldato con Garibaldi, tamburino a 14 anni nella Terza Guerra d’Indipendenza, ed era morto soldato con un altro generale che parlava un’altra lingua ma aveva lo stesso coraggio da vendere e forse la stessa spavalda incoscienza dell’Eroe dei Due Mondi. Lontano migliaia di miglia dalla sua Campania, dalla sua Italia che forse non ricordava neppure più, Martin si immedesimò presto con l’America che si trasformava, che viveva il suo drammatico e affascinante passaggio dall’età pionieristica, a quella industriale: gli albori della grande potenza che conosciamo oggi, con tutti i suoi slanci, il suo eccezionalismo, i suoi limiti e le sue contraddizioni.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1. P r ologo Qua ndo morì, la vigilia di Na ta le de l 1922, poc hi sa pe va no c hi fosse . C e rto non lo sa pe va no i me dic i e gli infe rmie ri de l C umbe rla nd Hospita l di B rooklyn, c he a ve va no c e rc a to inva no di sa lva re que l ve c c hio ita lia no tra sporta to a l pronto soc c orso in c ondiz ioni dispe ra te dopo e sse re sta to inve stito da un c a mion. Non lo sa pe va no ne ppure le miglia ia di ne wyorc he si c he tutti i giorni, in una sta z ionc ina de ll’Uppe r E a st Side , si fa c e va no stra ppa re da lui il biglie tto de lla me tropolita na . Ma tutti se ppe ro poc hi giorni dopo, il 27 dic e mbre , qua ndo l’ita lia no ve nne se polto ne l C ypre ss Hill Na tiona l C e me te ry di B rooklyn. Sulla sua la pide c ’e ra sc ritto: John Ma rtin, Se rge nte de l 7° C a va lle ria U.S., morto il 24 dic e mbre 1922. E non e ra un e x solda to qua lsia si. Pe rc hé que ll’uomo, 46 a nni prima , a ve va porta to l’ultimo me ssa ggio de l ge ne ra le C uste r dura nte la ba tta glia di L ittle B ig Horn, il 25 giugno 1876. E ra sta to il solo solda to de l suo re pa rto a re sta re vivo, e l’ultimo a ve de re vivo il ge ne ra le da i ric c ioli d’oro. John Ma rtin, c he in re a ltà si c hia ma va Giova nni Ma rtino, trombe ttie re de l 7° C a va lle ria , c he a ve va sfida to le pa llottole e le fre c c e di Sioux e C he ye nne pe r c onse gna re que ll’ultima

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

storia degli stati uniti
stati uniti d'america
storia dell'america del nord
guerre indiane
generale custer
giovanni martini
john martin
little big horn
george armstrong custer
toro seduto

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi