Skip to content

La valutazione della performance nella Pubblica Amministrazione a seguito della riforma Brunetta: il caso INAIL

Informazioni tesi

  Autore: Giancarlo Amorosa
  Tipo: Tesi di Master
Master in Master di II livello in ''Management & E-governance per la Pubblica Amministrazione''
Anno: 2018
Docente/Relatore: Alessandra Ricciardelli
Istituito da: School of management - Università LUM Jean Monnet
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 114

Scopo di questo lavoro è, in primo luogo, inquadrare nella giusta prospettiva teorica e storica la riforma Brunetta, con particolare attenzione al ciclo della performance e, in secondo luogo, verificare com'è stata applicata e con che risultati concreti tale novità nel mondo Inail, Istituto per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro e le Malattie Professionali, mettendo in rilievo punti di forza e di debolezza delle soluzioni adottate dall'Ente con particolare riferimento alla valutazione della performance organizzativa e individuale, alla luce delle indicazioni fornite dal legislatore e degli indirizzi formulati dalla Civit prima, dall'Anac poi e, da ultimo, dal Dipartimento della funzione pubblica.

Il capitolo primo tratta specificamente della riforma Brunetta, partendo dal suo inquadramento storico nell'ambito dell'evoluzione del rapporto di lavoro alle dipendenze della p.a. da “rapporto di pubblico impiego” di tipo pubblicistico-autoritativo a rapporto sostanzialmente privatistico. Prendendo le mosse, cioè, dal modello tradizionale di pubblico impiego, sancito dal Testo unico delle disposizioni concernenti lo statuto degli impiegati civili dello Stato, si giunge, percorrendo sinteticamente tutti gli step legislativi, alla legge Brunetta, alla riforma Madia e al d.d.l. “concretezza”.
Declinate, quindi, l'origine, i principi e le finalità della riforma Brunetta, vengono via via messi a fuoco il ciclo di gestione della performance, la trasparenza e rendicontazione della stessa, i soggetti del processo di misurazione e valutazione della performance, l'attenzione per il merito e la sua valorizzazione, per terminare con un bilancio complessivo della riforma Brunetta.

Il capitolo secondo, dopo un inquadramente storico e funzionale dell'INAIL e un'esposizione esauriente della tipologia e della qualità dei servivi erogati, analizza il sistema di misurazione e valutazione della performance adottato dall'Istituto, i documenti di rappresentazione della performance (Piano della performance e Relazione sulla performance) adottati nel tempo, illustrandone pregi e difetti, nonché, infine, il benessere organizzativo.
Il lavoro è arricchito da diverse figure e tabelle a colori.

La bibliografia, ragionata, presenta le seguenti partizioni: monografie; articoli in pubblicazioni cartacee ed elettroniche; documenti; siti Internet.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6 INTRODUZIONE Il crescente clima di sfiducia e malcontento nei confronti delle pubbliche istituzioni e la crisi di legittimità delle pubbliche amministrazioni sono in larga misura conseguenza diretta dell’incapacità della politica, già delegittimata da innumerevoli scandali, inchieste e condanne giudiziarie ed in grave crisi di identità e credibilità, nell’affrontare vecchi e nuovi problemi come il debito pubblico, la globalizzazione dell’economia e dei mercati, la crisi economica e finanziaria, le disuguaglianze sociali ed economiche, i persistenti squilibri fra Nord e Sud Italia, gli imponenti flussi migratori, la carenza infrastrutturale, il blocco degli investimenti pubblici nella ricerca scientifica, la precarietà del lavoro, la disoccupazione, l’evasione fiscale, la corruzione, la sostenibilità della spesa per lo Stato sociale. Un ruolo negativo di primo piano rispetto a tali problemi viene spesso attribuito alla cronica inefficienza nell’erogazione dei servizi ai cittadini e alle imprese, malgrado le tante riforme della p.a. emanate in Italia. La p.a., cioè, si sostiene, anziché costituire volano di competitività per le imprese e per lo Stato nonché collaudato meccanismo di redistribuzione efficiente ed efficace delle entrate fiscali e, dunque, in ultima analisi, della ricchezza, costituisce un decisivo freno all’economia, che accresce i costi per le imprese e la collettività, un vero Moloch burocratico permeato di una cultura della moltiplicazione degli adempimenti inutili. Nello scenario appena descritto si è inserito il robusto intervento del Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta, che ha tentato di dare una risposta alle richieste delle imprese e della gente, proponendo una soluzione innovativa ai mali endemici della p.a., identificati in arretratezza burocratica, rigidità dell’apparato, poca trasparenza, scarsa produttività, assenteismo, privilegi esorbitanti, eccessivo costo del lavoro, mancanza di etica nel lavoro, condizionamenti politici e sindacali, distribuzione indiscriminata degli

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

benessere organizzativo
valutazione della performance
riforma brunetta
ciclo di gestione della performance
piano della performance
relazione sulla performance
legge brunetta
sistema misurazione valutazione performance
performance individuale
performance organizzativa

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi