Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I minori rifugiati. Dall'esodo all'integrazione.

Excursus sulla condizione dei rifugiati in Italia con particolare riferimento ai minori, principali vittime dell'esodo forzato. Il lavoro è il frutto di una ricerca empirica svolta presso due centri di accoglienza in cui sono state svolte diverse interviste sia ai minori rifugiati che ad operatori.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE La mobilità, caratteristica specifica della società contemporanea come “villaggio globale”, oltre ad investire velocemente l’ambito dell’informazione e delle merci, riguarda sempre di più le persone. Comprendere lo stravolgimento vissuto da chi non sceglie liberamente, ma è costretto ad abbandonare il proprio paese, la propria lingua, le proprie abitudini, la propria cultura e a volte anche la famiglia, ovvero è semplicemente un rifugiato, costituisce l’obiettivo del presente lavoro. In modo particolare la mia attenzione si è concentrata sull’universo dei minori rifugiati che, pur non considerati “emergenza” per molti anni, sono le vittime più fragili dell’esilio. Nel lavoro di ricerca, più che rilevare l’aspetto quantitativo relativo alla presenza dei minori rifugiati a Roma, che può presentare sempre un certo grado di aleatorietà malgrado l’esistenza di fonti autorevoli, ho preferito prendere in considerazione l’aspetto qualitativo della difficile realtà indagata, attraverso l’analisi di due contesti particolari: il Centro Accoglienza di Nettuno e il Centro Astalli di Roma. La ricerca, avendo l’intento di svelare il grado d’inserimento nella società d’accoglienza dei minori rifugiati, si è servita di diverse interviste sia agli operatori dei centri considerati, in quanto testimoni privilegiati, sia ai minori stessi. Tale indagine è stata eseguita solo dopo un’attenta ricognizione dei riferimenti letterari specifici sulla condizione dei rifugiati, per poter tracciare il difficile percorso che va dall’esodo all’integrazione.

Tesi di Laurea

Facoltà: Sociologia

Autore: Marianna Foti Contatta »

Composta da 244 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4262 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.