Skip to content

Esperienze di Project Financing a confronto: l'opportunità degli strumenti della Finanza Islamica

Informazioni tesi

  Autore: Davide Calandra
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2017-18
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Economia
  Corso: Finanza Aziendale e Mercati Finanziari
  Relatore: Paolo Biancone
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 155

La carenza di opere infrastrutturali viene oggi attribuita ad una pluralità di fattori tra cui la crisi economico-finanziaria, le stringenti regole in materia di “Pareggio di Bilancio” interno degli enti locali, la mancanza di finanziatori, le lentezze della burocrazia e, ancora, la corruzione. Le cosiddette “Grandi Opere” faticano sempre di più a decollare in un sistema di pianificazione individuale che spesso mette al centro esclusivamente obiettivi di breve termine.

L'osservatorio territoriale infrastrutture (OTI) del Nord Ovest nel rapporto “Obiettivo 2021” delinea come sia sempre più auspicabile una visione di sistema, rivolta ad attrarre risorse finanziarie utili e funzionali ad eseguire opere strategiche nel settore dei trasporti1. Le stesse problematiche sono riscontrate nel settore della distribuzione e gestione dell'acqua; il convegno “Watec Italy”, patrocinato dalla Commissione Europea e avvenuto a Palermo nel Giugno 2017, ha messo in mostra come ogni giorno vengano persi litri di acqua a causa della precarietà delle infrastrutture. Molti altri esempi possono essere citati, dal deficit di strutture sanitarie sino alla mancanza di carceri o ancora dell'infrastruttura per la fibra ottica.

La risposta a tali mancanze, in parte, può essere trovata con un approccio sistemico e comune: il partenariato pubblico-privato (PPP).
L'obiettivo di questo lavoro sarà quello di analizzare una particolare forma di PPP, il Project Financing, ovvero un modello di cooperazione finanziaria per la realizzazione di opere pubbliche.

Il passo successivo sarà quello di allargare gli orizzonti oltre ai nostri confini nazionali analizzando un sistema finanziario alternativo come la Finanza Islamica, in grado di veicolare ingenti quantità di capitali.
1 OTI Nord Ovest è un progetto promosso da Assolombarda, Unione Industriale di Torino e Confindustria Genova che si propone di monitorare attraverso report e studi la situazione delle opere infrastrutturali del settore dei trasporti di merci e persone. Obiettivo 2021 è un rapporto del Marzo del 2016 che ha l'obiettivo di monitorare diversi progetti al momento ancora in stato di realizzazione (ad esempio: la TAV, il passante ferroviario o il progetto di Metro 2 per la città di Torino).

Il Primo capitolo cercherà di porre le basi teoriche del Project Financing; in particolare, le aree che verranno analizzate riguardano, in primis i principali attori sia di natura tecnica sia finanziaria; successivamente verranno descritte alcune metodologie di valutazione dei progetti basate su indicatori di redditività e bancabilità; si cercherà di dare riscontro circa la normativa di riferimento del nostro Paese; l'attenzione si sposterà poi verso l'analisi e la gestione dei rischi di tali operazioni, ed infine, si cercherà di applicare quanto visto attraverso due casi pratici: uno maggiormente qualitativo inerente la costruzione della rete di fibra ottica in Italia per mezzo della società Open fiber; ed un altro più quantitativo che riguarda la costruzione del futuro Parco della Salute della Città di Torino.

Il Secondo capitolo dedicato alla Finanza Islamica analizzerà le principali fonti, i trend di crescita di questo particolare sistema finanziario, i principi religiosi e i più rilevanti strumenti di tale mercato. Verranno mostrate le basi teoriche del Project Financing islamico corredati da esempi pratici di respiro internazionale. Una parte di analisi sarà volta ad identificare le principali differenze tra la modalità islamica e quella tradizionale, in più il focus si sposterà poi sul confronto tra Sukuk e Project Bond.

Il Terzo capitolo sarà dedicato all'analisi della fenomeno della Finanza Islamica in Europa, si entrerà nel merito della normativa fiscale approvata dai diversi paesi con l'obiettivo di agevolare tali strumenti. La descrizione verrà fatta anche per l'Italia con il primo tentativo di introduzione degli strumenti e dei contratti tipici della Finanza Islamica, per mezzo del disegno di Legge “Bernardo” approdato alla Camera dei Deputati nel maggio 2017.

Infine, il Quarto capitolo avrà l'obiettivo di delineare la domanda di infrastrutture in Italia, in primis, il settore dei trasporti e quello energetico. Si cercherà poi di analizzare le possibili prospettive future per gli strumenti presenti nel presente lavoro utilizzando come benchmark l'emissione di Sukuk sovrani nel Lussemburgo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione La carenza di opere infrastrutturali viene oggi attribuita ad una pluralità di fattori tra cui la crisi economico-finanziaria, le stringenti regole in materia di “Pareggio di Bilancio” interno degli enti locali, la mancanza di finanziatori, le lentezze della burocrazia e, ancora, la corruzione. Le cosiddette “Grandi Opere” faticano sempre di più a decollare in un sistema di pianificazione individuale che spesso mette al centro esclusivamente obiettivi di breve termine. L’osservatorio territoriale infrastrutture (OTI) del Nord Ovest nel rapporto “Obiettivo 2021” delinea come sia sempre più auspicabile una visione di sistema, rivolta ad attrarre risorse finanziarie utili e funzionali ad eseguire opere strategiche nel settore dei trasporti 1 . Le stesse problematiche sono riscontrate nel settore della distribuzione e gestione dell’acqua; il convegno “Watec Italy”, patrocinato dalla Commissione Europea e avvenuto a Palermo nel Giugno 2017, ha messo in mostra come ogni giorno vengano persi litri di acqua a causa della precarietà delle infrastrutture. Molti altri esempi possono essere citati, dal deficit di strutture sanitarie sino alla mancanza di carceri o ancora dell’infrastruttura per la fibra ottica. La risposta a tali mancanze, in parte, può essere trovata con un approccio sistemico e comune: il partenariato pubblico-privato (PPP). L’obiettivo di questo lavoro sarà quello di analizzare una particolare forma di PPP, il Project Financing, ovvero un modello di cooperazione finanziaria per la realizzazione di opere pubbliche. Il passo successivo sarà quello di allargare gli orizzonti oltre ai nostri confini nazionali analizzando un sistema finanziario alternativo come la finanza islamica, in grado di veicolare ingenti quantità di capitali. 1 OTI Nord Ovest è un progetto promosso da Assolombarda, Unione Industriale di Torino e Confindustria Genova che si propone di monitorare attraverso report e studi la situazione delle opere infrastrutturali del settore dei trasporti di merci e persone. Obiettivo 2021 è un rapporto del Marzo del 2016 che ha l’obiettivo di monitorare diversi progetti al momento ancora in stato di realizzazione (ad esempio: la TAV, il passante ferroviario o il progetto di Metro 2 per la città di Torino).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi