L'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni

Con il presente studio si analizzano le strutture e le funzioni "dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni" (AGCOM), esito più recente della evoluzione della vecchia figura del Garante dell'editoria.
Il primo capitolo in maniera sintetica esamina il Garante dell'attuazione della legge per l'editoria (L.416/81), analizzando le sue funzioni limitate al campo dell'editoria e la sua struttura di organo monocratico supportata da un Ufficio di segreteria dotato complessivamente di 28 unità. Viene così in rilievo un organismo privo di funzioni di regolamentazione, di funzioni sanzionatorie, ma dotato di iniziativa processuale potendo proporre l'azione di nullità di tutti quegli atti che portano al superamento dei limiti di concentrazione previsti dalla L. n.416/81 e di conseguenza alla violazione della disciplina antitrust settoriale.
Con il capitolo secondo si considera la trasformazione del Garante dell'attuazione della legge per l'editoria nel Garante per la radiodiffusione e l'editoria, posto in essere dal legislatore tramite la L n. 223/90. Con la L n. 223/90 il legislatore ha ritenuto necessario istituire un Organo di garanzia competente in modo congiunto sia nel settore dell'editoria che nel settore della radiodiffusione. Anche se dal punto di vista strutturale il Garante per la radiodiffusione e l'editoria rimane un organo monocratico vengono potenziate le sue funzioni, che diventano di rettifica, sanzionatorie, propositive, consultive, di regolamentazione, di vigilanza e controllo.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Con il presente studio si analizzano le strutture e le funzioni "dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni" (AGCOM), esito più recente della evoluzione della vecchia figura del Garante dell'editoria. // primo capitolo in maniera sintetica esamina // Garante dell'attuazione della legge per l'editoria (L.416/81), analizzando le sue funzioni limitate al campo dell'editoria e la sua struttura di organo monocratico supportata da un Ufficio di segreteria dotato complessivamente di 28 unità. Viene così in rilievo un organismo privo di funzioni di regolamentazione, di funzioni sanzionatorie, ma dotato di iniziativa processuale potendo proporre l'azione di nullità di tutti quegli atti che portano al superamento dei limiti di concentrazione previsti dalla L. n.416/81 e di conseguenza alla violazione della disciplina antitrust settoriale. Con il capitolo secondo si considera la trasformazione del Garante dell'attuazione della legge per l'editoria nel Garante per la radiodiffusione e l'editoria, posto in essere dal legislatore tramite la Ln.223/90. Con la Ln.223/90 il legislatore ha ritenuto necessario istituire un Organo di garanzia competente in modo congiunto sia nel settore dell'editoria che nel settore della radiodiffusione. Anche se dal punto di vista strutturale il Garante per la radiodiffusione e l'editoria rimane un organo monocratico vengono potenziate le sue funzioni, che diventano di rettifica, sanzionatorie, propositive, consultive, di regolamentazione, di vigilanza e controllo.

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Giorgio Galli Contatta »

Composta da 206 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2206 click dal 23/12/2004.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.