Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Tecniche di clustering fuzzy applicate alle sequenze video

Si descrivono tutte le tecniche attualmente in uso nella segmentazione video. La finalità del lavoro è segmentare background/foreground una sequenza video (standard Foreman). Si utilizzano tecniche neuro-fuzzy, in particolare si presenta il funzionamento della rete NNUSD. Dopo una scelta opportuna delle features in ingresso, legate alla forma e allo spostamento, si procede alla fase di segmentazione ed alla successiva di merge.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 CAPITOLO 1 INTRODUZIONE 1.1 Introduzione Negli ultimi anni lo sviluppo di nuovi servizi multimediali in cui il volume di dati, relativi ad immagini, da trattare � aumentato esponenzialmente (video conferenze, librerie digitali, telefonia mobile, intrattenimento e film, rilevamento satellitare, applicazioni militari, immagini mediche e in ogni caso in ogni applicazione in cui � necessario preoccuparsi di immagazzinare, manipolare, trasmettere immagini o serie di immagini ) ha portato ad un maggiore interesse da parte dei ricercatori verso la compressione digitale che � diventato un problema cruciale da affrontare per rendere possibile lo sviluppo e l�affermazione dei servizi stessi. Per affrontare la compressione digitale e le varie tecniche proposte oggi � opportuno capire come vengono interpretate le immagini e le sequenze video. Bisogna individuare i parametri fondamentali da estrarre dalle immagini per arrivare ad una semplificazione dei dati, in modo da rendere pi� trattabili le immagini, e ad una riduzione delle informazioni utili a descrivere una sequenza video, senza perdere in qualit�, per rendere pi� efficiente la trasmissione dati a banda stretta dove si deve fare i conti con la capacit� del canale trasmissivo. Dopo una presentazione delle varie tecniche oggi esistenti si passer� alla descrizione di un modello di rete neurale, la0 NUSD, utilizzata nell�analisi di una sequenza standard -Foreman- per verificare l�efficacia della scelta dei parametri rappresentativi della sequenza e l�efficacia della rete stessa nel classificare i vari

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Pietro Labriola Contatta »

Composta da 101 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1884 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.