Skip to content

Oltre il mito generazionale: una nuova letteratura tedesca degli anni Novanta?

Informazioni tesi

  Autore: Luigi Ghezzi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2000-01
  Università: Università degli Studi di Bergamo
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Lingue e Letterature Straniere
  Relatore: Elena Agazzi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 160

Da una polemica letteraria (crisi della letteratura, concorrenza massmediale) all'analisi critica dell'ultimo decennio della letteratura tedesca. Nuovi approcci letterari, nuove manifestazioni culturali che assumono i caratteri di una letteratura transnazionale. Il terzo capitolo è appunto dedicato alla Netliteratur: i risultati degli sperimentalismi artistici digitali di questi anni e il potenziale estetico che la rete offre alla letteratura

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Oltre il mito generazionale: una nuova letteratura tedesca degli anni Novanta? 5 I. La situazione letteraria degli anni Novanta “Träume zerstören wir auch, wenn wir sie nach ihrer Bedeutung fragen.” Martin Walser, Ein springender Brunnen. I.1. Il congedo dei combattenti L’inizio degli anni Novanta segna la fine della ex Repubblica Democratica Tedesca e della Repubblica Federale di Bonn. Che cosa resta 1 - citando il titolo del racconto di Christa Wolf, pubblicato proprio nel 1990 - e soprattutto che cosa cambia nella letteratura? Con l’adesione della RDT alla RFT cambia innanzitutto il numero ufficiale delle letterature di lingua tedesca: da quattro a tre. Quel confine tracciato nel dopoguerra tra la letteratura delle due Germanie - che è sempre stato oggetto di discussione perché riproduceva delle scelte politiche - non ha più ragione d’esistere; si coglie nitidamente il venir meno della denominazione di scrittore della RDT, con tutto il suo carico ideologico di educatore del popolo e d’ingegnere dell’anima 2 . Il 1989 porta con sé delle rilevanti conseguenze anche per il mercato librario; con l’abolizione del permesso statale di stampa, lo smantellamento dell’amministrazione centrale delle case editrici e l’introduzione del libero mercato nella RDT, si sono realizzate fusioni e ampliamenti dei grandi gruppi industriali che hanno aumentato la durezza e la portata della competizione sul mercato. Se la presenza del muro di Berlino rappresentava la materializzazione della divisione tedesca 3 , la sua apertura nel 1989 si è trasformata in un elemento catalizzatore per la vita culturale del Paese. Poiché la riunificazione era ufficialmente anche letteraria, apparvero i primi bilanci e le prime apologie del passato letterario del Paese 4 . Chi 1 Wolf 1990. 2 Cfr. Mittner 1971, par.507; Glaser (Hg.) 1997, pagg.59-67; DLG pagg.458-459, 462-464. 3 Cfr. Frech, 1992, p.8. 4 Dagli ultimi anni Ottanta ai primi del Novanta si passa da una letteratura dai toni apocalittici o di critica contro i processi civilizzatori (Cfr. Günter Grass, Die Rättin 1986; Thomas Bernhard, Auslöschung. Ein Zerfall 1986; Volker Braun, Langsamer knirschender Morgen 1987) a una letteratura che tenta di interpretare il nuovo processo storico della riunificazione, primariamente da parte della sinistra (Cfr. Christa Wolf Was Bleibt, 1990; Volker Braun, Iphigenie in Freiheit 1990; Wolf Biermann, Über das Geld und andere Herzensdinge 1991; Rolf Hochhuth, Wessis in Weimar 1992; Wolfgang Hilbig, “Ich” 1993; Günter Grass, Novemberland. 13 Sonette 1993 e Ein weites Feld 1995; per il materiale critico Thomas Anz, Es geht nicht um Christa Wolf. Der Literaturstreit im vereinigten Deutschland 1995 e Jorg Fröhling, Reinhild Meinel, Karl Riha (Hg.), Wende-Literatur. Bibliographie und Materialen zur Literatur der deutschen Einheit, 1996) e in un secondo momento da parte della destra (Cfr.Botho Strauß Beginnlosigkeit 1992, Anschwellender Bockgesang 1993 e Wohnen Dämmern Lügen 1994).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

crisi della letteratura
letteratura digitale
netliteratur
slam poetry
letteratura tedesca
letteratura contemporanea
marcel beyer

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi