Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'attività agonistica nel passaggio dal III al IV sec. d. C.

La tesi ha come argomento l'analisi dei motivi riguardanti la decadenza dell'attività agonistica nella tarda antichità attraverso la traduzione e il commento delle testimonianze epigrafiche più significative.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 Premessa La seguente raccolta di iscrizioni ha l’obiettivo di offrire al lettore un quadro chiaro dell’attività agonistica nel III e IV secolo d.C.; sull’argomento non esiste un’opera specifica, quindi mi sono servita di varie fonti. Punto di partenza per la mia ricerca è stata la raccolta di Moretti intitolata Iscrizioni agonistiche greche, che per il suo carattere antologico non poteva essere esauriente; ho consultato allora raccolte fondamentali per lo studio dell’epigrafia greca, quali IG, CIG, IGR, MAMA, nonché opere riguardanti l’epigrafia latina (CIL, ILS) per due iscrizioni di IV secolo. Fonte preziosa di informazioni sono state le varie opere di Louis Robert, che si è interessato molto dell’argomento agonistico; non avrei potuto tralasciare inoltre la consultazione del Bulletin épigraphique, fondamentale per chiunque voglia occuparsi di epigrafia greca. Ho tenuto presente anche il catalogo degli olympionikai curato da Moretti, con i relativi aggiornamenti (l’ultimo risale al 1987) e il catalogo di Stephanis intitolato Dionysiakoi Technitai. Fondamentale è stata la consultazione delle Inschriften von

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Paola Campanile Contatta »

Composta da 211 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1436 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.