Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Petrolio di Pier Paolo Pasolini

*** L'opera è coperta da diritti d'autore SIAE ***

La tesi si fonda su un attento esame critico sullo stile, la pubblicazione e la lingua del romanzo incompiuto ed uscito postumo di Pier Paolo Pasolini. Ci si chiede come mai siano trascorsi così tanti anni dalla morte dell'autore alla pubblicazione e se sia stato davvero un bene, per la letteratura italiana moderna e contemporanea averlo pubblicato. Sono raccolte numerose testimonianze tratte da articoli di giornale che ne fanno una tesi sperimentale e di gradevole e curiosa lettura.

Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo I : “Petrolio” e la prima critica 1 CAPITOLO I “PETROLIO” E LA PRIMA CRITICA 1.1) “Petrolio e la forma magmatica della realtà” “Perché realizzare un’opera quando è così bello sognarla soltanto?”. Questo aveva affermato Pier Paolo Pasolini immedesimandosi nella figura di Giotto nel suo “Decameron”. Adesso, grazie alla pertinacia ed alla instancabile fatica di chi ha combattuto per rimanere fedele al proprio lavoro, possiamo immergerci con lui in questo suo ultimo sogno “incompiuto”. Il sogno, la “vita letteraria” di cui stiamo parlando s’intitola “Petrolio” , l’ultima opera narrativa di Pasolini rimasta incompiuta a causa della sua morte, avvenuta nella notte tra il 1 ed il 2 Novembre del 1975. “Ho iniziato un libro che mi impegnerà per anni, forse per il resto della mia vita. Non voglio parlarne, però; basti sapere che è una specie di “summa” di tutte le mie esperienze, di tutte le mie memorie”, così annunciava in un’intervista rilasciata a Luisella Re, pubblicata da “Stampa-Sera” il 1° gennaio 1975.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Simona Consoni Contatta »

Composta da 208 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9005 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.