Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Michael Schumacher, un mito tedesco. Ferrari, una leggenda italiana

Il presente lavoro intende analizzare, a livello mediatico, le prime stagioni di Michael Schumacher al volante di una Ferrari. Mi sono avvalsa, quali fonti primarie, del Corriere della Sera, eminente foglio milanese, e della Frankfurter Allgemeine Zeitung, testata giornaliera, edita a Francoforte, di pari autorevolezza e diffusione. L'arco cronologico considerato concerne il quinquennio 1996-2000: ho inteso coprire il periodo che prende avvio con l'arrivo di Schumacher sotto i colori di Maranello, sino a giungere alla conquista, da parte del teutonico, del titolo mondiale. L'assunto di base mira a dimostrare come i diversi ''ciottoli'' che hanno lastricato il ''percorso iridato'' del corridore abbiano contribuito a segnare un'evoluzione, nella resa a mezzo stampa, del personaggio in questione. Può essere identificata, più precisamente, la sequenza di due fasi successive: nella prima il Pilota offusca l'Uomo, quasi ad inibire l'espressione di sentimenti, pur naturali; nella seconda l'Uomo riconquista pari dignità, concedendosi anche ad un pianto liberatorio (cfr. Monza 2000)

Mostra/Nascondi contenuto.
I INTRODUZIONE Il presente lavoro intende analizzare, a livello massmediatico, le prime stagioni del campione di Formula 1, Michael Schumacher, al volante di una Ferrari. La scelta di focalizzare l’attenzione su uno spaccato preciso della carriera del pilota (il tedesco ha corso anche con la Benetton, conquistando, per due annate consecutive, il titolo iridato) è stata dettata da una considerazione: il connubio fra la scuderia emiliana ed il corridore di Kerpen è apparso terreno ideale sul quale costruire un raffronto fra stampa italiana e tedesca, approfondendo la ricaduta, a termini culturali, di un evento che travalica l’ambito agonistico, per elevarsi quasi a paradigma di una rinnovata fraternità democratica fra Italia e Germania. A tale riguardo ci siamo avvalsi, quali fonti primarie, del Corriere della sera, testata milanese, con sede in via Solferino; e della Frankfurter Allgemeine Zeitung, giornale edito a Francoforte, di pari autorevolezza e diffusione. Ci siamo orientati verso "fogli" non specialistici per un’impostazione teorica di base, che "umilia" il dato prettamente tecnico a favore di una narrazione che cede al racconto; si è rivelata, inoltre, determinante la particolare situazione della pubblicistica tedesca, che non conosce testate sportive a cadenza giornaliera, quali, nel nostro paese, "Gazzetta dello

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Ottavia Eletta Molteni Contatta »

Composta da 309 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4795 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.