Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Piano Regolatore Generale di Avigliana (To). Esame della sua formazione

Analisi dati demografici sociali economici residenziali e territoriali del comune di Avigliana per l'esame dei criteri d'impostazione e di indagine utilizzati in fase di studio preliminare alla formazione e progetto di Piano Regolatore Generale Comunale. Grazie alla Cartografia di Avigliana (CTR e la Tavola Cartografica di Piano informatizzate) ed ai Dati del Censimento e Anagrafici, si è potuto procedere nell'indagine conoscitiva del territorio in esame, rilevandone le proprie caratteristiche ambientali e culturali, per poi svolgere la revisione didattica e conoscitiva delle analisi riportate nella Relazione Illustrativa del PRGC con lo scopo di aggiornarle al 2001 in previsione di un nuovo progetto di piano

Mostra/Nascondi contenuto.
14 1. ACQUISIZIONE DELLE INFORMAZIONI Il primo passo che si è compiuto è stata la raccolta del maggior numero di dati riguardanti il territorio e la popolazione di Avigliana, costituendo fin dall’inizio un dossier di documenti dal quale sono state attinte le informazioni necessarie per ogni elaborazione svolta, man mano proseguiva il nostro studio, con il fine di trarne conclusioni utili per lo sviluppo futuro del suo territorio comunale. Pertanto le indagini e le analisi sviluppate sono state svolte avendo come riferimento: - La Cartografia di Avigliana e delle zone circostanti. Reperita presso la biblioteca LARTU della Facoltà di Architettura di Torino: • Carta Tecnica Regionale scala 1:10.000 (Cartografia di base). • Le Carte IGM in scala 1:25000 – 1:100.000. Il supporto cartografico è stato indispensabile proprio perché rappresenta la base di partenza del lavoro ed una conoscenza fondamentale per più fasi di studio, senza di esso infatti, non si sarebbe conosciuta neanche la posizione di Avigliana nel contesto territoriale Piemontese e quindi quali fossero i suoi confini amministrativi e le sue caratteristiche fisiche-territoriali (bacini idrografici, altimetrie, aree boschive, l’ubicazione del patrimonio edile e delle strade, ecc.). Proprio grazie alla suddetta cartografia, è stato possibile individuare quel perimetro territoriale che caratterizza quell’ambito funzionale in cui Avigliana rientra nelle trasformazioni demografiche e socio- economiche di massa; ambito composto dai comuni di: Almese, Alpignano, Buttigliera Alta, Casellette, Collegno, Giaveno, Grugliasco, Pianezza, Reano, Rivalta di Torino, Rivoli, Rosta, S.Ambrogio di Torino, Trana, Villar Basse, Villar Dora e naturalmente dal comune di Torino, per il forte ruolo attrattivo che esercita sul suo circondario; come approfondiremo più avanti, proprio per questa peculiarità sono stati presi in considerazione tutti i comuni strettamente collegati ai principali sistemi di comunicazione tra Avigliana e Torino.

Diploma di Laurea

Facoltà: Architettura

Autore: Marco Roberto Cassissa Contatta »

Composta da 198 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2789 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.