Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I disturbi dell'alimentazione in adolescenza

In questa tesi si è voluto fornire un inquadramento dei Disturbi dell'Alimentazione in adolescenza da diversi angoli visuali, seguendo un filo di Arianna consequenziale, nella dimensione del concetto di integrazione.
Nella prima parte queste patologie sono state affrontate dal punto di vista storico e da quello nosografico-descrittivo.
Nella seconda parte, alla diagnosi clinica è stata affiancata quella interpretativo-esplicativa, con l'esposizione delle diverse teorie (psicoanalisi, psicologia delle relazioni oggettuali, psicologia del Sè) che - in ordine di tempo - hanno tentato di comprendere di che cosa queste "soluzioni sintomatiche" fossero la oscura metafora.
Nella terza parte infine è stata affrontata analiticamente la teoria dell'attaccamento (Bowlby, Ainsworth, Mary Main etc) come quadro concettuale di riferimento per la comprensione di questi disturbi.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 INTRODUZIONE E’ormai noto che l’adolescenza costituisce – nell’ambito del ciclo vitale – un im- portante processo di trasformazioni fisiche, sessuali e psicologiche, che compor- tano l’acquisizione di una identità più complessa e di un corpo più maturo che consentono l’ingresso nel mondo degli adulti. Come in ogni periodo di intensi cambiamenti, vi sono grandi oppurtunità di svi- luppo che possono ampliare le risorse personali e sanare vulnerabilità del passato ma, allo stesso tempo, pericoli e rischi sul piano psicologico. La metamorfosi procede dunque tra il sottile crinale tra crescita e crollo. Quando si affronta il campo più specifico della psicopatologia questa ha, in adole- scenza, caratteristiche espressive specifiche, che riguardano primariamente la sfera corporea. E’ questo il caso dei Disturbi dell’Alimentazione i quali sono diventati – tra le di- verse forme di sofferenza psichica manifestate da adolescenti e giovani adulti (la popolazione a maggior rischio per lo sviluppo di queste patologie) delle società occidentali industrializzate – una tra le più diffuse. La loro incidenza, in passato rara, è aumentata in misure notevole dopo la Seconda Guerra Mondiale, fino ad assumere l’attuale connotazione quasi epidemica. E’ stata anche segnalata una metamorfosi della sintomatologia dominante; se negli anni ’60 del secolo scorso prevalevano infatti le anoressie restrittive, fondate sulla astinenza e sul digiuno, nei decenni successivi sono diventate sempre più frequenti le forme bulimiche, le bulimie normopeso e le bulimie multimpulsive, definizione che non appartiene alla nomenclatura ufficiale e che è stata suggerita per quelle forme di bulimia in cui sono presenti e rilevanti anche altri comportamenti impul- sivi: cleptomania, abuso di alcool e/o droghe, sessualità promiscua e disordinata,

Tesi di Laurea

Facoltà: Psicologia

Autore: Francesca Costantini Contatta »

Composta da 193 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 17476 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 63 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.