Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La gestione strategica della corporate identity

L’idea alla base di questa tesi è stata quella di affrontare l’argomento generale della comunicazione d’impresa indagandola sotto l’aspetto più specifico della Corporate Identity.
L’esigenza è stata, ed è ancora adesso, quella di analizzare un momento fondamentale della comunicazione aziendale non ancora pienamente compresa nel nostro paese. Proprio per questa scarsa conoscenza, gran parte del materiale consultato, e quindi della bibliografia riportata, è stata rintracciata su Internet e proviene da esperienze americane e anglosassoni.
L’importanza di questa nuova disciplina, le deriva dall’essere il primo passo che ogni organizzazione deve affrontare per non farsi trovare impreparata alla sfida della globalizzazione.
Affrontare i nuovi mercati, infatti, grazie alle nuove tecnologie, non è più una prerogativa della grandi aziende.
Quello che va considerato e che non si può pensare di espandere il proprio business senza poter contare su una solida base. Proprio questo è lo step in cui deve essere previsto, studiato e implementato un progetto di Corporate Identity.
Essa rappresenta la realtà e l’unicità dell’azienda, si riferisce a tutte le sue caratteristiche esprimendo quella che l’azienda è.
La Corporate Identity è un settore della comunicazione multidiscplinare. Al suo interno sono compresi studi sull'immagine, sull'identità, studi di marketing, di grafica, di comunicazione aziendale, di psicologia. Tutte queste implicazioni fanno prospettare l’avvento, grazie a questa disciplina, di una nuova filosofia di management affine al corporate marketing.

Nello specifico la tesi, oltre all’introduzione e alle conclusioni, è stata divisa in quattro capitoli.
Nel primo si è posto l’accento soprattutto sui due concetti di base della Corporate Identity, spesso confusi tra loro, di identità e immagine. Sono state analizzate le loro implicazioni nell’ambito della comunicazione aziendale. Infine sono stati elencati e descritti gli elementi che formano l’identità visiva dell’azienda intesa come espressione della Corporate Identity.

Tutto il secondo capitolo è mirato a far conoscere meglio l’oggetto della tesi. L’obiettivo è stato quella di seguire un percorso logico che permettesse di comprendere al lettore la vera natura e le reali potenzialità della disciplina.
Innanzi tutto ne è stata descritta l’evoluzione storica, poi si è cercato di dare definizioni precise estrapolate dalla bibliografia estera utilizzata. In seguito sono stati sottolineati gli elementi necessari per la sua gestione ed i metodi pratici per la sua rilevazione. Inoltre sono state spiegate, anche con esempi, le norme da seguire in un progetto di Corporate Identity.

Nel terzo capitolo sono stati raccolti esempi concreti di applicazione di progetti di Corporate Identity, così da mostrane la versatilità e l’applicabilità alle più svariate realtà aziendali e condizioni di mercato. Sono stati riportati esempi di programmi fatti in ambiti di PMI, di aziende pubbliche – Ferrovie dello Stato -, e nel marketing territoriale con gli esempi delle innovazioni apportate nelle città di Ferrara e Siene grazie a progetti di Corporate Identity.

Dopo le conclusioni sono state inserite delle appendici che approfondiscono con esempi argomenti trattati nella tesi.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 Introduzione La comunicazione è un aspetto talmente totalizzante per l’uomo che fino ad alcuni anni fa il suo studio sembrava superfluo. L’uomo per natura è un essere comunicante; questa funzione pervade tutta l’esistenza dell’essere umano ed è talmente innata che spesso viene svolta inconsapevolmente. Nonostante ciò, dietro una comunicazione tra esseri umani si nascondono moltissime variabili che sono state, e continuano ad essere, oggetto di studio di diverse discipline come la psicologia dei processi cognitivi, la linguistica, le scienze della comunicazione, e molte altre ancora. Ma la comunicazione non è una prerogativa umana. Da quando, infatti, questo processo ha cominciato ad interessare anche organismi sociali complessi, gli studi su di esso si sono moltiplicati. Da essi è risultato che qualsiasi manifestazione anche involontaria e inconsapevole di un qualsiasi soggetto, sia esso pubblico o privato, costituisce comunicazione. Ma questo importantissimo aspetto della vita di ognuno, pur apparendo innato, ha un fondamento, una base da cui muove. Possiamo dire forse che la comunicazione è conseguenza diretta dell’identità di ognuno, che attraverso essa trova il modo di manifestarsi. Se questo è vero per le persone, allora è vero anche per le organizzazioni complesse come le imprese. Le organizzazioni, infatti, come le persone hanno personalità e quindi identità. Lo scopo di questo lavoro è di scoprire quali sono gli elementi che formano l’identità di un’impresa, come essi influiscono sulla sua comunicazione, sui comportamenti della gente che li recepisce.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Marco Micheletti Contatta »

Composta da 137 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 17714 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 63 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.