Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Misure cinematiche nell'esperimento Chorus per la ricerca di oscillazione di neutrini

Svolta nell'ambito dell'esperimento CHORUS per la ricerca di oscillazione di neutrino. Tratta dell'allineamento e la calibrazione offline dello spettrometro adronico con l'ausilio di muoni da fascio e studia un metodo che sfrutta la ricostruzione della massa invariante dei K0 prodotti in interazione di neutrino D.I.S per la calibrazione fine.

Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo 1Fisica del neutrino1.1 IntroduzioneIl neutrino e una delle particelle piu sfuggenti e per questo piu a ascinantidella sica moderna. Ipotizzato per la prima volta da Pauli per spiegare lanatura dello spettro continuo del decadimento beta ha, nel corso della suastoria, infranto principi fondamentali che l'uomo aveva posto alla base dellesue teorie, costringendo il pensiero umano a riformulare molte delle categoriea cui era solidamente ancorato. La violazione di C e di P nel decadimen-to beta e in generale nelle interazioni deboli sono stati momenti diÆcilida superare in una sica che si era basata no ad allora su due interazionifondamentali, quella elettromagnetica e quella gravitazionale. Un insieme difatti sperimentali e di assunzioni teoriche hanno portato oggi a formulare unmodello abbastanza coerente del nostro mondo microscopico che si sintetiz-za nel Modello Standard (in seguito MS). Insoddisfazioni teoriche di questomodello, quali l'eccessivonumero di parametri da cui dipende, l'incapacitadispiegare alcune simmetrie che sembrano caratterizzare le particelle elemen-tari, fanno ritenere che il MS sia in realta una teoria e ettivadiunmodellopiu generale econmaggior potere predittivo. Di fondamentale importanzae oggi, piuche un'ennesima conferma del MS, abbondantemente confermatoda LEP, la ricerca di fenomeni sici che devino da questo modello, e che sianodunque sintomo di una nuova sica. In questo ambito il neutrino gioca unruolo fondamentale. Nel MS esso si assume a massa esattamente nulla, mala presenza di una massa diversa da zero comporta l'introduzione di nuovifenomeni sici, e molti esperimenti sembrano confermare alcuni di essi.La presenza di una massa diversa da zero avrebbe poi delle interessantiimplicazioni di carattere astro sico e cosmologico, consentendo di identi -care nei neutrini una componenete di quella che viene de nita HDM (hotdark matter). Il meccanismo attraverso cui viene data una massa al neutrinoporterebbe inoltre, secondo alcune teorie, all'introduzione di fenomeni checonducono in ultima analisi ad una spiegazione dell'asimmetria tra materia6

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Biagio Di Micco Contatta »

Composta da 98 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1083 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.