Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le aziende della grande distribuzione in Italia: analisi statistica in una prospettiva di benchmarking

Il comparto moderno attraversa un momento molto delicato perchè gli interventi di risanamento della finanza pubblica e del welfare, ripetutisi in questi anni, se sono stati necessari al nostro Paese per consentire l'ingresso nel sistema della moneta unica, hanno generato nei cittadini preoccupazioni e timori per il futuro ed inciso sulla propensione al consumo. Le imprese della grande distribuzione moderna sono state influenzate da questi mutamenti ed hanno reagito rendendo più aggressive le strtegie di vendita. Scopo di questa tesi è quello di analizzare l'evoluzione statistica delle principali tipologie distributive nel contesto nazionale ed europeo e di valutare i risultati delle principali aziende in una prospettiva di benchmarking al fine di individuare le differenze fra le diverse strategie adottate.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 CAPITOLO I IL SISTEMA DISTRIBUTIVO ITALIANO 1.1 Evoluzione tecnica ed economica Alcune incontestabili “evidenze empiriche” sui caratteri dello sviluppo del settore commerciale italiano, quali ad esempio una ridotta presenza di unità commerciali despecializzate a libero servizio di grandi dimensioni, possono certamente essere ricondotte all’azione dei vincoli legislativi. Per questo motivo tracceremo una breve storia dell’evoluzione legislativa ed economica del commercio a partire dalla legge n.426/71 fino al recente decreto legislativo n.114 del 31 marzo 1998 (c.d. decreto Bersani) che va a riformare il settore. All’inizio degli anni ’70, il commercio italiano era caratterizzato da una situazione strutturale estremamente arretrata rispetto a quella degli altri paesi europei, ma si potevano cogliere palesi segnali di sviluppo e di modernizzazione a partire dal trend di crescita dei consumi commercializzati 1 . L’11 giugno, veniva varata la Legge n.426 di disciplina del commercio. Con essa il legislatore si proponeva di favorire uno 1 Cfr. Bertozzi Commercio-Rivista di Economia e Politica Commerciale 43 1991

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Teresa Gargiulo Contatta »

Composta da 144 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 16960 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 20 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.