Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Usi alimentari in un contesto contadino tradizionale. L'alimentazione delle famiglie mezzadrili a Spello negli anni '50

C’è un filo conduttore che accompagna i miei studi e in generale le mie esperienze personali: l’interesse per tutte le tematiche che riguardano il nutrimento umano. Nella scelta dell’oggetto di studio della mia tesi, ho cercato di coniugare questo argomento con altre tematiche che mi stanno a cuore, come la condizione femminile e il mondo contadino tradizionale, umbro in particolare. Ne è derivata una ricerca che esplora gli usi alimentari in un contesto contadino pre-industriale: l’alimentazione delle famiglie mezzadrili a Spello, paese che frequento spesso, dove conosco persone che mi hanno aiutato a reperire testimoni utili alla mia indagine. Ho scelto di vagliare questo tema attraverso il punto di vista della famiglia perché non esistevano mezzadri che vivevano e lavoravano nella condizione di solitari, la famiglia era il luogo per eccellenza in cui era racchiusa la totalità delle esperienze mezzadrili. Ho optato per una ricerca sul campo, intervistando i testimoni di questa realtà, perché nel corso dei miei studi ho avuto l’opportunità di approfondire il metodo dell’intervista, e l’ho trovato congeniale alle mie attitudini e ai miei interessi. Studiare gli usi alimentari del contesto mezzadrile spellano ha soddisfatto la mia necessità di riunire questi diversi ambiti, mi ha dato modo di trovarmi a diretto contatto con i protagonisti del mondo mezzadrile tradizionale e mi ha consentito di affrontare la tematica dell’alimentazione soprattutto attraverso le testimonianze delle donne, che ne erano e ne sono le protagoniste.
Il volume I della tesi è suddiviso in tre parti principali:
- I parte: il campo d’indagine. Questa parte è costituita da un capitolo che introduce il campo generale di indagine oggetto della ricerca, l’antropologia dell’alimentazione, con una serie di riferimenti bibliografici utili ad affrontarlo in maniera preliminare.
- II parte: quadro storico-territoriale. Con 5 capitoli introduco a livello teorico i contesti principali che abbraccia la ricerca: la famiglia italiana negli ultimi due secoli; la famiglia mezzadrile umbra, di cui indico definizioni e caratteri principali; la realtà storica, economica, territoriale di Spello; le questioni riguardanti la mezzadria e l’agricoltura umbra nel periodo esaminato; una breve panoramica sull’alimentazione contadina tradizionale in Italia.
- III parte: l’oggetto e il metodo della ricerca. Questa è la parte che riguarda l’aspetto pratico della ricerca. Consta di un capitolo che affronta le questioni relative al metodo utilizzato per affrontare la ricerca, con alcune indicazioni generali sulla metodologia della ricerca scientifica. Si prosegue con 5 capitoli che vagliano i vari aspetti dell’oggetto della ricerca, l’alimentazione mezzadrile a Spello, così come sono emersi dalle interviste agli ex-coloni spellani: i pasti feriali, i pasti festivi e i cibi più “preziosi”, il reperimento dei cibi, la preparazione delle pietanze, i pasti visti come forme di integrazione familiare; un ultimo capitolo riguarda le tematiche non inerenti l’alimentazione, che sono emerse durante l’indagine.
Il volume II raccoglie i dossier d’interviste.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 PREMESSA C’è un filo conduttore che accompagna i miei studi e in generale le mie esperienze personali: l’interesse per tutte le tematiche che riguardano il nutrimento umano. Nella scelta dell’oggetto di studio della mia tesi, ho cercato di coniugare questo argomento con altre tematiche che mi stanno a cuore, come la condizione femminile e il mondo contadino tradizionale, umbro in particolare. Ne è derivata una ricerca che esplora gli usi alimentari in un contesto contadino pre-industriale: l’alimentazione delle famiglie mezzadrili a Spello, paese che frequento spesso, dove conosco persone che mi hanno aiutato a reperire testimoni utili alla mia indagine. Ho scelto di vagliare questo tema attraverso il punto di vista della famiglia perché non esistevano mezzadri che vivevano e lavoravano nella condizione di solitari, la famiglia era il luogo per eccellenza in cui era racchiusa la totalità delle esperienze mezzadrili. Ho optato per una ricerca sul campo, intervistando i testimoni di questa realtà, perchè nel corso dei miei studi ho avuto l’opportunità di approfondire il metodo dell’intervista, e l’ho trovato congeniale alle mie attitudini e ai miei interessi. Studiare gli usi alimentari del contesto mezzadrile spellano ha soddisfatto la mia necessità di riunire questi diversi ambiti, mi ha dato modo di trovarmi a diretto contatto con i protagonisti del mondo mezzadrile tradizionale e mi ha consentito di affrontare la tematica dell’alimentazione soprattutto attraverso le testimonianze delle donne, che ne erano e ne sono le protagoniste. Il volume I della tesi è suddiviso in tre parti principali: - I parte: il campo d’indagine. Questa parte è costituita da un capitolo che introduce il campo generale di indagine oggetto della ricerca, l’antropologia dell’alimentazione, con una serie di riferimenti bibliografici utili ad affrontarlo in maniera preliminare.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Serena Labonia Contatta »

Composta da 586 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3060 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.