Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gli attentati terroristici dell'11 settembre 2001 nei principali media

Questo elaborato si propone di analizzare la copertura che i principali media (qui in particolare la televisione, i giornali e internet) hanno offerto riguardo agli attentati terroristici che hanno colpito gli Stati Uniti d'America l'11 settembre 2001.
A tale scopo si è cercato di mettere in luce le caratteristiche tecniche, compositive e linguistiche delle trasmissioni televisive che hanno trasmesso in diretta i fatti, di alcuni dei quotidiani che se ne sono occupati nei giorni successivi e dei più importanti siti internet che hanno ospitato le notizie sugli avvenimenti.
La tesi non si occupa degli aspetti politico-sociali del fenomeno, ma tende a mettere in luce le diverse reazioni dei mezzi di comunicazione di fronte ad un evento inatteso ed imprevedibile, facendo riferimento quando possibile alle più note teorie sul linguaggio giornalistico e radiotelevisivo.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Moltissimi sono i fattori che contribuiscono a rendere gli attentati agli Stati Uniti dell'11 set- tembre 2001 un evento unico nella storia, e certamente indimenticabile per tutti coloro che vi hanno assistito. Tra questi, l'imprevedibilit� del gesto, l'elevatissimo numero di vittime, la vulnerabilit� dimostrata da una potenza militare apparentemente invincibile, le difficolt� ri- scontrate nell'interpretare l'atto (tanto che ancora oggi � in discussione la stessa definizione di "attentato terroristico") e nel comprendere il suo significato politico. Tuttavia, la caratteristica pi� inedita e per certi versi la pi� sconcertante di questo avvenimen- to � il fatto che esso sia stato seguito e mostrato al mondo dai mass media in maniera presso- ch� totale, dall'inizio alla fine e in tempo reale. Non era mai accaduto che un evento di qual- siasi natura (tantomeno un'azione bellica) godesse di una visibilit� cos� completa e universale. � evidente a tutti l'importanza che i media hanno rivestito nel documentare e, in un certo sen- so, "pubblicizzare" gli attentati; d'altra parte � forte anche l'impressione che queste azioni ter- roristiche potessero essere concepite soltanto in una societ� come quella attuale, caratterizzata da un ruolo pervasivo e dominante dei mezzi di comunicazione di massa, nonch� dall'enorme valore attribuito alle immagini.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo

Autore: Eugenio Peralta Contatta »

Composta da 78 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6057 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 24 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.