Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Com'è difficile crescere! Analisi di un caso di un'adolescente adottata

La presente trattazione ha come oggetto l’analisi di un caso, che ho seguito durante il tirocinio, svolto durante la mia formazione in psicoterapia sistemico-relazionale, in qualità di osservatrice.
L’idea di sviluppare il tema dell’adozione è nata dal fatto che durante il tirocinio ho avuto modo di osservare le terapie familiari di due famiglie che erano ricorse all’adozione. Pertanto, l’argomento mi ha non solo coinvolto, ma anche interessato molto.
In particolare mi interessava ampliare il tema dell’adozione connesso a quello dell’adolescenza.
La scelta di parlare proprio di questo caso è dovuta al fatto che ho avuto modo di seguirne l’intero processo terapeutico: dalla segnalazione all’equipe, alle varie fasi della terapia familiare, fino alla conclusione delle sedute. Ho, inoltre, avuto anche la possibilità di rivedere assieme all’equipe le videocassette delle sedute e di partecipare, talvolta, alla discussione sul caso.
Ciò mi ha sicuramente permesso di ricavare una visione d’insieme del lavoro terapeutico e, in particolare, di approfondire un argomento di cui non conoscevo tutte le implicazioni psicologiche.
Inoltre ha giocato un ruolo fondamentale nella scelta il fatto che questa famiglia abbia riscosso fin dall’inizio il mio forte interesse e la mia “curiosità”.
Nella prima parte verrà descritto brevemente il contesto in cui si è svolta la terapia familiare.
In seguito verranno analizzati i vari aspetti del fenomeno-adozione, tenendo conto del materiale bibliografico reperito sull’argomento.
L’obiettivo è di delimitare un campo così vasto, ma anche, per certi versi, poco approfondito, come quello dell’adozione.
La scelta dei paragrafi riflette l’intenzione di cercare di offrire una visione d’insieme sull’argomento (per una questione di spazio necessariamente non esaustiva), soffermandomi in particolare sulle problematiche psicologiche dell’adozione, nazionale ed internazionale, tenendo conto sia del punto di vista dei genitori adottivi sia di quello dei figli adottati.
Un paragrafo, inoltre, verrà dedicato al periodo dell’adolescenza, dal momento che la “paziente identificata” è una ragazza che, al momento dell’inizio della terapia familiare, aveva diciassette anni.
Verranno privilegiati i testi inerenti un’ottica sistemica, anche se, comunque, è stato visionato materiale che fa riferimento ad altri sistemi teorici, per avere una visione più ampia sul tema.
Nella seconda parte descriverò le fasi in cui si è articolato l’iter terapeutico: dall’invio alla formulazione delle prime ipotesi, alla conclusione delle sedute terapeutiche.
Seguirà un’analisi personale dell’esperienza, attraverso un bilancio della stessa, esaminando gli aspetti positivi e negativi emersi, e un’analisi di ciò che è emerso durante il processo terapeutico.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE La presente trattazione ha come oggetto l’analisi di un caso, che ho seguito durante il tirocinio, svolto durante la mia formazione in psicoterapia sistemica, in qualità di osservatrice. L’idea di sviluppare il tema dell’adozione è nata dal fatto che durante il tirocinio ho avuto modo di osservare le terapie familiari di due famiglie che erano ricorse all’adozione . Pertanto, l’argomento mi ha non solo coinvolto, ma anche interessato molto. In particolare mi interessava ampliare il tema dell’adozione connesso a quello dell’adolescenza. La scelta di parlare proprio di questo caso è dovuta al fatto che ho avuto modo di seguirne l’intero processo terapeutico: dalla segnalazione all’équipe, alle varie fasi della terapia familiare, fino alla conclusione delle sedute. Ho, inoltre, avuto anche la possibilità di rivedere assieme all’équipe le videocassette delle sedute e di partecipare, talvolta, alla discussione sul caso. Ciò mi ha sicuramente permesso di ricavare una visione d’insieme del lavoro terapeutico e, in particolare, di approfondire un argomento di cui non conoscevo tutte le implicazioni psicologiche. Inoltre ha giocato un ruolo fondamentale nella scelta il fatto che questa famiglia abbia riscosso fin dall’inizio il mio forte interesse e la mia “curiosità”. .

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Sara Savio Contatta »

Composta da 76 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 13110 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 31 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.