Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Pirimidina 5' nucleotidasi da eritrocita umano: clonaggio ed espressione del cdna

Con questa tesi è stato effettuato il clonaggio e l'espressione in vitro a partire dallo studio della proteina P5N e identificando in seguito la sua effettiva sequenza nucleotidica.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 RIASSUNTO La pirimidina 5’-nucleotidasi (PN1) è un enzima che catalizza la rimozione del gruppo fosfato dai nucleotidi pirimidinici 5’-monofosfato. Questa proteina svolge un ruolo molto importante nella via di recupero dei nucleotidi. La sua competenza fisiologica è probabilmente quella di regolare la concentrazione intracellulare dei nucleotidi. La deficienza di questo enzima è associata ad un’anemia emolitica non sferocitica, di tipo ereditario autosomico recessivo, e caratterizzata da anisocitosi, reticulocitosi, punteggiatura basofila degli eritrociti, aumento del livello di bilirubina, perdita di ferro nelle urine e un accumulo di nucleotidi pirimidinici all’interno del globulo rosso. Scopo della presente tesi è il clonaggio del gene della PN1 a partire dalla conoscenza di parziali sequenze aminoacidiche della proteina. Ci siamo avvalsi dell’importante contributo del “Progetto Genoma Umano” che, fra l’altro, ha prodotto un catalogo di centinaia di migliaia di sequenze, le cosidette EST (Exspressed sequence tags), che corrispondono a porzioni di cDNA isolate a caso. In questa banca dati abbiamo ritrovato una sequenza nucleotidica che poteva corrispondere al cDNA della nostra proteina e quindi abbiamo utilizzato le classiche tecniche di biologia molecolare per clonarlo. Abbiamo espresso l’ipotetica proteina

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Saverio Rosati Contatta »

Composta da 79 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1905 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.