Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il reclamo cautelare

La tesi riguarda lo studio del reclamo cautelare nella dottrina e nella giurisprudenza. Si è dato particolare rilievo alla riforma del processo cautelare, ai problemi di costituzionalità, alla natura del reclamo cautelare

Mostra/Nascondi contenuto.
Genesi del reclamo cautelare - 4 - Capitolo I Genesi del reclamo cautelare Sommario: 1. La disciplina anteriore alla riforma del c.p.c. – 2. Segue: gli orientamenti della giurisprudenza. – 3. I progetti per la riforma del c.p.c.: il progetto Verde – Fabbrini - Proto Pisani ed il progetto di Magistratura Democratica. – 4. Il d.d.l.n°2214/S/IX del 1987. – 5. Il d.d.l.n°1288/S/X del 1988. – 6. La l. 26 novembre 1990, n°.353/1990: prime reazioni della dottrina. 1. La disciplina anteriore alla riforma del c.p.c. I provvedimenti cautelari hanno lo scopo di tutelare l’attore dai danni che potrebbero derivare dalla lunghezza del processo ordinario di cognizione: il giudice, alla luce di un accertamento sommario, adotta misure cautelari nei confronti dell’attore che “sembra” aver ragione. Proprio in quanto fondata sulla probabilità, e non sulla certezza, la tutela cautelare presenta un alto grado di pericolosità, in quanto potrebbe determinare un danno ingiusto al destinatario passivo del provvedimento, ove quest’ultimo risulti vittorioso al termine di un processo a cognizione piena. La consapevolezza degli inconvenienti che potrebbero derivare da errori di valutazione del fumus boni juris e del periculum in mora da parte del giudice ha indotto il legislatore ad inserire uno strumento rimediale di carattere generale a favore del soggetto passivo del provvedimento cautelare: la l.26 novembre 1990 n° 353, disciplinante le disposizioni comuni ai provvedimenti cautelari, prevede infatti all’art. 669-terdecies il

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Michela Russo Contatta »

Composta da 239 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3707 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 17 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.