Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I film di Dario Argento

Caratteristiche, peculiarità, stile, tecnica registica, psicologia nei film di Dario Argento.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Quello che mi propongo con questa tesi è di delineare un profilo di Dario Argento, tracciandone le linee caratteristiche, analizzando la sua carriera, limitandomi ai film di cui ha curato la regia. Dario Argento, divoratore di cinema (comincia come critico cinematografico per “Paese Sera”) assorbe in modo personale la tradizione cinematografica a lui precedente, arricchendo di una nuova dignità un genere, l’horror, decisamente svalutato in Italia. Se così Argento riprende tracce dell’espressionismo tedesco (che vide come protagonisti Robert Weine,Wilhem Murnau e Friz Lang 1 ), gli spunti non mancano dal cinema americano, col quale continua a cimentarsi. Certo il cinema thrilling ha trovato un suo maestro in Alfred Hitchock, da molti imitato e al quale lo stesso Dario Argento viene avvicinato fin dal suo primo film, “L’uccello dalle piume di cristallo”, ma come lo stesso regista tiene a precisare, “..non mi sento l’erede di Hitchcock. Forse ho ereditato il suo pubblico, ma non certo le sue tematiche. Tra me ed Hitchcock ci sono differenze di morale e di nevrosi: Hitchcock è puritano mentre io sono libertario fino ai limiti dello sberleffo.. Lui è scarno, rigoroso, io non lesino sugli effetti..” 2 . ”Maestro indiscusso di un genere personale, il “thriller macabro”, definito corrivamente l’allievo italiano di Hitchcock, ha spiazzato e irritato i critici italiani delineando le differenze da quest’ultimo.” 3 Si può notare infatti che “in Hitchcock le storie sono possibili, l’anormalità si annida sotto le spoglie tranquille del quotidiano; c’è in lui una modulazione drammatica, un climax, e lo scioglimento avviene dopo che si è raggiunto, nel finale, il massimo della suspense. In Dario 1 Vedi Il gabinetto del dottor Caligari ,1920,Robert Wiene; Nosferatu , 1922,Friedrich Wilhelm Murnau; Metropolis , 1926,Friz Lang. 2 Roberto Pugliese, Dario Argento ,Ediz. Castoro Cinema, Firenze, 1996, pg.14. 3 Valerio Caprara, I grandi registi: Dario Argento , Eagle Home Video, Milano 1989.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Katia Amadio Contatta »

Composta da 140 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4245 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.