Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I delitti contro la personalità individuale

La tesi è incentrata sulla problematica dei fenomeni della moderna schiavitù e del trattamento che il codice penale riserva a tali fattispecie di reati.
Inoltre viene trattata la fattispecie abolita del reato di plagio.
Il lavoro si conclude sulle prospettive future e sui recenti interventi legislativi nazionali e sovranazionali.

Mostra/Nascondi contenuto.
I delitti contro la personalità individuale -1- CAPITOLO PRIMO a) Significato Costituzionalistico e Penalistico del concetto di libertà Il concetto di “persona”, intesa come valore, come autoaffermazione nella libertà, è una grande conquista del pensiero moderno: “Renoncer à sa liberté, c’est renoncer à sa qualité d’homme, aux droit de l’humanité, meme à ses devoirs” (ROSSEAU). Dal combinato disposto degli artt. 2, 3 e 23 della Costituzione, si deduce un impegno statuale alla repressione di qualsiasi forma di sfruttamento e di assoggettamento dell’uomo sull’uomo: solo la legge può imporre all’individuo prestazioni personali o patrimoniali (art.23: “Nessuna prestazione personale o patrimoniale può essere imposta se non in base alla legge”).

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Daniele Urbani Contatta »

Composta da 125 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3142 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.