Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il franchising nel turismo: il caso C.T.S (Centro Turistico Studentesco e Giovanile)

Ho affrontato il franchising dal punto di vista del turismo; in particolar modo nella tesi ho analizzato i diversi network presenti sul territorio nazionale e più specificatamente il C.T.S (Centro turistico Studentesco e Giovanile)

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Si parla spesso di “Franchising” ma in pochi sanno di cosa si tratta, per questo mi sembra interessante affrontare l’argomento con parole semplici e facilmente comprensibili a tutti; poiché negli ultimi anni il mercato del lavoro ha subito notevoli trasformazioni ed innovazioni e in un mondo in cui l’andamento economico mostra segnali d’incertezza, il Franchising prosegue invece un trend positivo. Da una parte offre anche a coloro senza precedenti esperienze di lavoro autonomo l’opportunità di mettersi in proprio, limitando il rischio d’impresa, potendo contare sull’assistenza della casa madre (il franchisor) e sui vantaggi derivanti da un marchio conosciuto. Dall’altra dà la possibilità alle aziende di affrontare e diffondere l’idea imprenditoriale. Le catene di franchising costituiscono oggi una realtà consolidata e in sempre maggiore espansione; ma quello che è certamente uno dei fenomeni più rilevanti del panorama economico internazionale degli ultimi venti anni ha in sé mille anime, mille sfaccettature, composte da grandi potenze multinazionali e da network limitati e ben più modesti. Da una parte, dunque, sono in gioco giri d’affari “stellari”, dall’altra opportunità per piccole imprese o singoli individui. Questo fenomeno è particolarmente accentuato nel mondo del turismo, in cui troviamo catene alberghiere a livello multinazionale come: “Sheraton”, “Hilton”, “jolly Hotel”, ecc.. e medio-piccole società a livello nazionale; è il caso delle agenzie di viaggi quali “Bluvacanze”, “GiraMondo”, “Sestante”, ecc… e associazioni senza scopo di lucro come il C.T.S (Centro Turistico Studentesco e Giovanile).

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Simone Cesari Contatta »

Composta da 51 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5212 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.