Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gprs: il servizio e la qualità

Scopo di questa tesi e’ stato quello di fornire un’indicazione sulla qualità del servizio attualmente offerto ai clienti GPRS (General Packet Data Service - sevizio end-to-end che introduce nel GSM la trasmissione dati a commutazione di pacchetto) a seguito di misurazioni effettuate nell’arco di circa un anno sui tre principali network di telefonia cellulare italiani (TIM, Vodafone Omnitel, WIND).
Dopo una prima parte atta a introdurre il principio di funzionamento del servizio e la sua implementazione in rete, vi è infatti un resoconto dettagliato delle misure effettuate e dei risultati ottenuti.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 GPRS: Il Servizio e la Qualita’ a.a. 2001-2002 – Colombo Damiano matr. 779572 Introduzione I servizi di trasmissione dati attualmente offerti dal sistema GSM sono a commutazione di circuito e consentono data rate fino a 14400 bit/s (ottenibili con le nuove SIM 32K). Anche se attualmente si sta studiando l’implementazione del nuovo servizio di fase 2+ High Speed Circuit-Switched Data (HSCSD), che permetterà di incrementare questo valore fino a circa 56 kbps (assegnando, a differenza del GSM, piu’ timeslot - fino ad un massimo di 4 - ad una singola connessione), il problema di dovere dedicare le risorse di rete, una volta stabilita la connessione fisica da capo a capo fra due utenti, fino a quando non ne viene esplicitamente richiesto il rilascio (indipendentemente dal fatto che i due utenti si scambino dati durante tutto il periodo della connessione) rimane. Questa modalità di trasferimento infatti, definita a commutazione di circuito, risulta pertanto conveniente per il trasporto di traffico generato da sorgenti continue. Per altri tipi di sorgenti, caratterizzate da traffico di natura intermittente o bursty (la navigazione in Internet ne è un tipico esempio) la connessione a commutazione di pacchetto risulta essere più efficiente. Il motivo risiede nel fatto che in questo modo una connessione impegna risorse solo nel momento in cui ha dati da trasferire. L'assegnazione delle risorse avviene facendo richiesta alla rete, la quale, in funzione della disponibilità, serve immediatamente la richiesta o la accoda. Il GPRS (General Packet Data Service) è pertanto un sevizio end-to-end che introduce nel GSM la trasmissione dati a commutazione di pacchetto ottimizzando la trasmissione di dati e informazioni; tale servizio risulta essere il primo passo verso lo sviluppo dei nuovi sistemi di telecomunicazioni mobili di terza generazione (3G), in particolare dell’UMTS. In una prima fase, il servizio GPRS, poiche’ risulta essere attualmente presente in tutte le aree servite dalla rete GSM, andra’ infatti a interagire per garantire la continuita’ del servizio di trasmissione dati nelle zone non coperte dall’UMTS (che tra l’altro richiederanno un numero elevato di siti visti i limitati raggi delle celle). Scopo di questa tesi e’ quello di fornire un’indicazione sulla qualita’ del servizio attualmente offerto ai clienti GPRS a seguito di misurazioni effettuate nell’arco di circa un anno sui tre principali network di telefonia cellulare italiani (TIM, Vodafone Omnitel, WIND).

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Damiano Colombo Contatta »

Composta da 71 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1688 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.