Skip to content

Essere coppia: dono della Chiesa, per la Chiesa, nella Chiesa

Informazioni tesi

  Autore: Giovanni Grenga
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2000-01
  Università: Pontificia Università della Santa Croce
  Facoltà: Teologia
  Corso: Teologia
  Relatore: Gian Franco Poli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 79

Presentazione storica del lavoro

Il lavoro è un INCITAMENTO per la coppia per cercare di vivere sempre meglio l’ESSERE COPPIA partendo dal senso del DONO.

In questo cammino il punto focale che è stato toccato è quello della CONOSCENZA. Ogni persona è un’ISOLA e per vivere deve gettare un ponte verso l’altro; nell’andare verso l’altro ci si porta dietro un bagaglio personale fatto dal proprio essere, da un modo di pensare e di fare, dalle caratteristiche familiari. Ecco allora che in questo incontro di due persone c’è bisogno di conoscenza.

Con il successivo matrimonio questo ponte viene ad essere consolidato con la grazia sacramentale.

Premessa
Il lavoro è stato inquadrato partendo dall’ottica del DONO:
- Dio ci fa il il dono della vita.
- La nostra vita viene donata agli altri, alla moglie, al marito.
Oggi, nonostante la società ci spinge a perdere questa visione del dono (tutto è regolato dalle leggi di mercato), si scopre che l’essere coppia parte proprio da un dono:
- dono di se del marito alla moglie
- dono di se della moglie al marito
Ma in una visione più completa l’essere coppia è anche
DONO DELLA CHIESA.

L’essere coppia rientra nel progetto originario di Dio (Gn 1, 27; 2,24)

L’amore dei coniugi va a svelare, anche se solo in accenno, quelle che sono le relazioni trinitarie. LA COPPIA E’ ICONA DELLA TRINITA’ (Giovanni Paolo II, Mulieris dignitatem, 7).

Questa unione tra uomo e donna trova il suo completamento nel SACRAMENTO.
E’ Dio che in Cristo e nella Chiesa consacra gli sposi e li fa vivere dell’amore trinitario. Il modello dell’amore fra gli sposi è quello di Cristo per la Chiesa.
Celebrare il sacramento del matrimonio è innestare la propria vita di coppia in Cristo che ama la Chiesa.

La coppia realizza in se questo “grande mistero” che è l’amore di CRISTO SPOSO per la CHIESA SPOSA. Mistero inteso non come qualcosa che non si capisce ma come luce sovrabbondante che proviene da Dio e illumina l’uomo anche se quest’ultimo non riesce pienamente a cogliere dato la sua limitatezza.
La coppia diventa “CHIESA-DOMESTICA” (LG 11) all’interno della quale è manifestato l’amore di Cristo per l’umanità.


La coppia cammina NELLA CHIESA verso la santità.
La sua attitudine è proprio quella di vivere “nel” mondo per animarlo cristianamente dal suo interno manifestando l’amore di Cristo.

Il futuro dell’umanità, come ripete spesso il Santo Padre, è legato all’avvenire della famiglia. Una famiglia aperta al mondo con Cristo nel cuore è sintomo di una società migliore.
Possiamo dunque dire che c’è un reciproco scambio tra CHIESA e COPPIA:
- Chiesa modello di vita per la coppia
- Coppia modello di vita per la Chiesa
Questa crescita della Chiesa verso la santità si esprime anche nel rapporto fra SPONSALITA’ e VERGINITA’: DUE STRADE CHE PORTANO AL REGNO.
Non superiorità della verginità ma diversità di carismi per l’edificazione comune.
E’ il Santo Padre che in una udienza del mercoledì nel 1982 afferma:

“Nelle Parole di Cristo … non c’è alcun cenno circa
l’inferiorità del matrimonio … esse non forniscono
motivo nè per sostenere l’inferiorità del matrimonio,
nè la superiorità della verginità, del celibato”.

E’ in questa nuova ottica che anche la SESSUALITA’ acquista una giusta dimensione, essa è apertura, è dono totale di sè, è amore ablativo e non chiusura in modo egoistico.
Il corpo non è “inquinante” l’amore ma sede dell’amore. Il corpo è tempio dello Spirito Santo.
L’incontro sessuale diventa un vero ESODO per andare verso l’altro nell’amore.


La coppia diventa via PER LA CHIESA , nel senso che non deve chiudersi in se ma aprirsi alla MISSIONE. E spesso questa missione nel mondo per edificare il Regno può prendere la forma di una vera “via crucis”.
Allora è nell’EUCARISTIA che gli sposi devono trovare la forza per tenere sempre vivo il loro amore e ancorato a Cristo che ama la Chiesa.
La coppia nell’Eucaristia diventa segno anticipatore del banchetto celeste.
La genialità perderà il suo significato ma la sessualità
avrà un suo senso seppur diverso dall’attuale.

Il matrimonio è quindi un “già e non ancora”. E’ già una realtà escatologica ma non nella pienezza.
I coniugi, compagni di viaggio verso la santità, sono anche compagni di eternità.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Presentazione storica del lavoro Il lavoro è un INCITAMENTO per la coppia per cercare di vivere sempre meglio l’ESSERE COPPIA partendo dal senso del DONO. Il punto di partenza è stato un cammino di preparazione al matrimonio fatto, anche se non in prossimità del matrimonio stesso, per cercare di vivere il fidanzamento come un “tempo di grazia” “Non rientra nelle sue finalità quella di provare l’amore con i rapporti prematrimoniali. L’amore non è una tecnica, non va confuso con il desiderio istintivo. Solo un clima di affetto durevole e sicuro rende possibile la libera accoglienza reciproca e la stessa armonia sessuale. D’altra parte la coppia non appartiene solo a se stessa, ma anche alla società, alla Chiesa e a Cristo. Il legame dei due non è completo, finché non è pubblicamente riconosciuto e consacrato dal sacramento del matrimonio” (Cda 1083). In questo cammino il punto focale che è stato toccato è quello della CONOSCENZA. Ogni persona è un’ISOLA e per vivere deve gettare un ponte verso l’altro; nell’andare verso l’altro ci si porta dietro un bagaglio personale fatto dal proprio essere, da un modo di pensare e di fare, dalle caratteristiche familiari. Ecco allora che in questo incontro di due persone c’è bisogno di conoscenza. Con il successivo matrimonio questo ponte viene ad essere consolidato con la grazia sacramentale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

eucaristia
matrimonio
sacramenti
chiesa cattolica

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi