Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il cinema socialista romeno: aspetti del neorealismo italiano tra il 1950 e il 1970

La tesi affronta il tema della cinematografia di regime analizzando un periodo chiave per la cinematografia romena, la sua produzione, i film, i premi vinti, la censura.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione La cinematografia socialista romena, forse pi� delle altre cinematografie socialiste dell�Europa orientale, � stata in generale considerata come una semplice espressione della politica autoritaria del regime comunista applicata in campo artistico. Tanto � vero che l�analisi delle sue caratteristiche tecniche ed estetiche � quasi sempre stata condizionata, in modo spesso superficiale, dalla forte ingerenza ideologica del contenuto delle sue pellicole. Bisogna considerare che, come dice Potra, a differenza di quanto � accaduto in altri paesi come Polonia, U.R.S.S., Cecoslovacchia etc., la cinematografia romena non ha mai posseduto una scuola nazionale che la rappresentasse o permettesse di identificarla in determinati parametri di valutazione. 1 Questo per� non significa che al suo interno non siano esistite opere o autori di un certo rilievo che pur operando in condizioni di forte precariet�, in virt� dei continui interventi della censura e della banalit� dei soggetti da trattare, non siano riusciti a realizzare film di un certo interesse. Basti pensare a riguardo al premio per la miglior regia vinto 1 Potra Florian, Experienţa şi speranţa � Ecran rom�nesc, Bucureşti, Editura pentru literaturǎ, 1968, pp. 262-265.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Luciano Mallozzi Contatta »

Composta da 165 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1973 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.