Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le relazioni tra l'Italia e l'Argentina durante i primi anni del governo Peron, 1945-1949

Attraverso l'analisi dei carteggi originali intercorsi tra gli ambasciatori, reperiti negli archivi argentini ed in quelli italiani, la tesi illustra "la terza posizione argentina" e le sue relazioni diplomatiche con l'Italia.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione 1. Premessa Per comprendere le relazioni intercorse tra l’Italia e l’Argentina, nei primi anni del governo peronista, è necessario soffermarsi brevemente anche sugli eventi antecedenti il 4 giugno 1946, data in cui Perón assumeva la presidenza della Nazione. Il paese che Perón avrebbe dovuto governare, si trovava in condizioni estremamente favorevoli, grazie alle riserve accumulate durante il secondo conflitto mondiale e alle esportazioni di materie prime di cui aveva estremo bisogno l’Europa. Vedremo dunque, come Perón avrebbe utilizzato questa eredità positiva nella costruzione di quella, che lui stesso definiva “la Comunità Organizzata”. Cercheremo poi di analizzare, attraverso i carteggi intercorsi tra i diplomatici argentini in Italia e il loro governo, quale fosse l’impressione che l’Argentina avesse del nostro paese appena uscito

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Arianna Bechi Contatta »

Composta da 192 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4010 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.