Skip to content

Tecnologia, industria culturale ed immagini femminili nell'Italia degli anni novanta

Informazioni tesi

  Autore: Samanta Zaghini
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2001-02
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Storia
  Relatore: Gian Carlo Calcagno
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 363

Premettendo che riassumere la mia tesi in 5000 caratteri è alquanto arduo, dato che ho scritto la bellezza di quasi 400 pagine, ho deciso di fornirvi una sorta di indice ampliato. Ho cominciato la mia tesi spiegando innanzi tutto il titolo e ho difeso il fumetto, per troppo tempo bistrattato da tutti e solo recentemente rivalutato.
Dopodiché ho fatto una breve carrellata di eroine di carta dalle origini agli anni 90: Betty Boop, Pantera Bionda, Satanik, Valentina, Barbarella, Vampirella, Eva Kant...
Poi in ogni capitolo ho preso in esame il fumetto d'autore italiano e da lì ho cominciato ad esaminare le figure femminili e il loro rapporto con la tecnologia e non: Valentina di Crepax, Miele e Claudia di Manara, Gilda di Leone, Druuna di Serpieri, Sprayliz di Enoch...
Poi sono passata al fumetto seriale della Bonelli e quindi Legs Weaver e Julia ed ho potuto dimostrare come anche questi fumetti siano pieni di citazioni cinematografiche e non solo.
Un altro capitolo è stato poi dedicato al fenomeno multimediale Lara Croft e a tutte le eroine virtuali del nostro tempo che passano da un media all'altro.
Per concludere ho cercato di dimostrare (e penso di esserci riuscita) che il fumetto non sia una realtà astratta, ma al contrario sia in stretto contatto con essa. Infatti, grazie a delle statistiche, ho avuto modo di scoprire che i fumetti sono lo specchio della realtà.
Da sottolineare il fatto che, nonostante abbia preso in esame il fumetto, non mi sono limitata a leggere ed interpretare “solo” quello, ma, come si può benissimo notare dalla bibliografia multimediale, ho consultato moltissimi libri, riviste, film, videogiochi, siti internet…

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
14 Introduzione: Immagini femminili dalle origini agli anni 90 Dagli anni 20 agli anni 70 Origini e realtà sociale Per i paesi occidentali, il 900, il secolo dei fumetti è stato il secolo dell’emancipazione femminile: nella famiglia, nel lavoro, nella politica. Le donne sono nate principalmente come figure di contorno, riuscendo solo poi, lentamente, a guadagnarsi spazi di maggior importanza, sino ad imporre la propria presenza scenica, tanto da ottenere dei ruoli da protagoniste assolute. 1 I comics sono nati negli Usa, società capitalista per eccellenza,e l’immagine femminile che se ne trae è quella duplice della moglie-madre e dell’oggetto sessuale. Queste donne di carta spesso sono arrivate ad imporre alle donne reali dei modelli precisi di comportamento e canoni estetici, come negli stereotipi della moglie, della madre, dell’eterna fidanzata,della falsa emancipata e della pseudo liberata; il più delle volte non corrispondono alla vera realtà della condizione femminile e delle lotte emancipazionistiche, non hanno nulla di reale, ma riflettono un unico punto di vista che è, come sempre, quello maschile. La cultura, a volte, è la descrizione di un mondo maschile che definisce l’identità della donna in relazione a se stesso, e non alla donna stessa. 2 Purtroppo, questo è un problema presente anche nel fumetto odierno, che vede la donna, non com’è veramente, ma come la desidera l’uomo (di questo problema ne parlerò in modo più ampio nei prossimi capitoli): in parte a causa dei canoni estetici ed in parte a causa dei disegnatori stessi (maschi), che impongono al personaggio il loro imprinting sessuale. I personaggi femminili del fumetto dimostrano di aver perfettamente interiorizzato il ruolo della donna (assunto dalla società capitalistica con la divisione del lavoro per classe, sesso e cultura): tutte le loro caratteristiche fisiche e psicologiche sono un ossequioso omaggio alla “mistica della femminilità”, somma di una serie di condizionamenti e miti; insomma la donna 1 “Amori di carta: coppie celebri, eterni fidanzati, e altri libertini nel fumetto”. A cura di Paolo Guiducci e Francesca Cevoli. Villa Verucchio (RN). La Pieve, 1997. 2 “Le donne di carta: personaggi femminili nella storia del fumetto”. Rossella Laterza e Marisa Vinella. Dedalo Libri. Bari ,1980.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

tomb raider
fumetti
immagine femminile
sergio bonelli editore
milo manara

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi