Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Nuovo Gotico nei romanzi di Ian McEwan

Ian McEwan è uno dei maggiori romanzieri inglesi contemporanei. Nel corso della sua carriera, iniziata nel 1975, ha affrontato numerosi temi attraverso molteplici forme espressive, ma una delle costanti nelle sue opere è sempre stata l'attenzione rivolta agli aspetti più deleteri della nostra società. Concentrandosi su personaggi dominati da devianze psichiche e affidandosi a una scrittura chirurgicamente precisa nel descrivere le perversioni più ripugnanti, McEwan si inserisce in un panorama letterario che vede la sempre più diffusa presenza di opere a carattere orrorifico. Questo ha portato alcuni studiosi a postulare l'esistenza di un sottogenere, chiamato Nuovo Gotico e ancora in fase di definizione, che si caratterizza per la riproposizione di temi e situazioni tipiche del romanzo gotico ottocentesco attraverso un linguaggio e una sensibilità postmoderna.
Analizzando approfonditamente tre dei suoi romanzi più significativi abbiamo cercato di definire le principali somiglianze e differenze che esistono tra McEwan e gli scrittori gotici tradizionali.
McEwan riprende temi della letteratura nera quali il sadismo, l'incesto, l'omicidio e li rappresenta calati nella loro realtà effettiva, evitando di evocare fantomatiche vicende di un passato remoto. Allo stesso modo evita l'uso di qualsiasi artificio metaforico o pittoresco per affidarsi unicamente ai sistemi d'analisi che la psicologia e la sociologia ci hanno messo a disposizione. Ne risulta una narrativa piana e asciutta, ma al tempo stesso trasgressiva che mette in risalto gli aspetti più inquietanti della nostra società.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Massimiliano Osini Contatta »

Composta da 99 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4165 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.