Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'infortunio in itinere nell'ordinamento italiano

Scopo del presente lavoro è analizzare il principio classico del rischio professionale e la definizione carneluttiana dell’occasione di lavoro, ricercando in essi le principali motivazioni, sia di ordine storico, sia di ordine logico, che, in assenza di una specifica disposizione normativa, hanno portato per più di un secolo all’ambigua tutela dell’infortunio in itinere, accordata da una sorta di diritto vivente dai giudici. Si proporrà quindi una rivisitazione del principio del rischio professionale e della definizione di occasione di lavoro, a nostro avviso più idonea a garantire il lavoratore, nel pieno rispetto dei principi costituzionali, dall’evento dannoso dell’infortunio, e più specificatamente dell’infortunio “per via”. Infine, alla luce di tale considerazioni si analizzerà criticamente la nuova ed inedita definizione normativa d’infortunio in itinere, apportata con il recentissimo d.l.vo n. 38 del 2000 (art. 4), in attuazione della delega conferita al Governo con la l. n. 144 del 1999 (art. 55).

Mostra/Nascondi contenuto.
CAPITOLO PRIMO IL FONDAMENTO GIURIDICO DELL’ASSICURAZIONE INFORTUNI SOMMARIO: 1 – Premessa. – 2 – Il principio della colpa extra- contrattuale o aquiliana. – 3 – Segue: il principio della colpa contrattuale. – 4 – Segue: il principio della responsabilità oggettiva. – 5 – Segue: il principio del rischio professionale. – 6 – Rischio professionale ed assicurazione obbligatoria nel quadro della sicurezza sociale. – 7 – Considerazioni finali. 1 – Premessa. E’ passato quasi un secolo da quando, nel lontano 1905, l’avvocato Arnaldo AGNELLI scrisse, a proposito dell’assicurazione infortuni sul lavoro: “Le leggi di questo genere sono in uno stato di perpetuo divenire: non possono mai considerarsi come definitive e perfette” 1 . Dopo soli sette anni dalla nascita in Italia della prima legislazione infortunistica, con la legge 17 marzo 1898, n. 80, e a pochi anni dalla nascita di un’analoga legislazione anche 1 AGNELLI A., Commento alla legge sugli infortuni del lavoro, Milano, Società Editrice Libraria, 1905, p. VII dell’Introduzione.

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Gianluca De Nardi Contatta »

Composta da 119 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5683 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 27 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.