Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Fondi pensione: asset allocation, rischi e performance

La tesi è incentrata sulle scelte di investimento adottate dai fondi pensione con un contenuto sia teorico che pratico. Nella parte teorica si individuano i principali modelli di asset allocation strategica e tattica. Inoltre vengono analizzati i criteri di valutazione del rischio e gli strumenti (indicatori) per la valutazione delle performance. Mentre nella parte pratica si considerano le scelte di asset allocation e le performance relative ad un fondo pensione gestito da una primaria impresa di assicurazione a livello nazionale. A questo si aggiunge una simulazione di strategia di investimento passiva e il conseguente confronto con strategie attive di asset allocation.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE La volontà che mi spinge a parlare di economia dei fondi pensione, nasce dall’attenta valutazione della realtà. Com’ è noto, i principali centri di ricerca, in base all’ analisi dei flussi del bilancio demografico, prospettano per le economie del G7 uno scenario di lungo periodo contrassegnato da una marcata accelerazione del processo di invecchiamento della popolazione. Secondo le previsioni, l’ indice di dipendenza, ottenuto rapportando le persone anziane con oltre 65 anni di età alle forze di lavoro disponibili, dovrebbe assestarsi nel 2010 su valori decisamente elevati, prossimi al 20%, e comunque tali da mettere sotto pressione la sostenibilità degli attuali assetti di protezione sociale. In particolare, l’ invecchiamento demografico, unito all’ allungamento della vita media contribuiscono a far lievitare in maniera significativa il fabbisogno finanziario degli Stati, dall’ altro il restringimento della popolazione in età lavorativa tende ad assottigliare progressivamente il gettito delle entrate contributive. In un’ ottica di medio lungo periodo, le azioni correttive, oltre a rendere più stringenti le regole per l’ accesso alle prestazioni obbligatorie, mireranno ad incentivare lo sviluppo delle forme collettive della previdenza complementare. E’ in questo ambito che si collocano i fondi pensione. I fondi pensione nascono in Inghilterra negli anni venti e si diffondono lentamente nel resto dei paesi nel corso del novecento. In Italia il dibattito su questa tipologia di strumenti, seppur oggetto di attenzione da parte di numerosi studi anglosassoni, era a mio avviso,

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Francesco Billi Contatta »

Composta da 309 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7476 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 52 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.