Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La performance dei fondi comuni di diritto italiano

La crescita esponenziale del risparmio gestito ha suscitato un notevole interesse verso tutte le problematiche connesse, sia da parte della letteratura finanziaria, sia nel mondo dell’informazione; con frequenza oramai quotidiana dati e ricerche vengono resi noti dalla stampa specializzata e da soggetti istituzionalmente dediti allo studio della gestione collettiva delle attività finanziarie.
Nel presente lavoro si cercherà in primo luogo di tracciare le linee essenziali di questo universo sempre in rapida evoluzione, per poi soffermarsi sui fondi comuni d’investimento, protagonisti indiscussi della mutata composizione del patrimonio mobiliare delle famiglie negli ultimi anni.
Definito il quadro di riferimento, nei suoi molteplici aspetti (storico; normativo; di mercato), si passerà ad esaminare il tema della valutazione della performance, cercando di cogliere, accanto ai risultati di decenni di studi accademici sul tema della gestione dei portafogli, il contributo delle innumerevoli analisi empiriche condotte da società di rating, organismi di vigilanza e media.
Elemento caratterizzante l’approccio agli argomenti trattati sarà l’ottica della tutela dell’investitore, con particolare riguardo al profilo della trasparenza che, se correttamente intesa in termini sostanziali e non formali, si coniuga perfettamente con la ricerca di sempre maggiori livelli di efficienza da parte degli operatori professionali.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione La crescita esponenziale del risparmio gestito ha suscitato un notevole interesse verso tutte le problematiche connesse, sia da parte della letteratura finanziaria, sia nel mondo dell’informazione; con frequenza oramai quotidiana dati e ricerche vengono resi noti dalla stampa specializzata e da soggetti istituzionalmente dediti allo studio della gestione collettiva delle attività finanziarie. Nel presente lavoro si cercherà in primo luogo di tracciare le linee essenziali di questo universo sempre in rapida evoluzione, per poi soffermarsi sui fondi comuni d’investimento, protagonisti indiscussi della mutata composizione del patrimonio mobiliare delle famiglie negli ultimi anni. Definito il quadro di riferimento, nei suoi molteplici aspetti (storico; normativo; di mercato), si passerà ad esaminare il tema della valutazione della performance, cercando di cogliere, accanto ai risultati di decenni di studi accademici sul tema della gestione dei portafogli, il contributo delle innumerevoli analisi empiriche condotte da società di rating, organismi di vigilanza e media. Elemento caratterizzante l’approccio agli argomenti trattati sarà l’ottica della tutela dell’investitore, con particolare riguardo al profilo della trasparenza che, se correttamente intesa in termini sostanziali e non formali, si coniuga perfettamente con la ricerca di sempre maggiori livelli di efficienza da parte degli operatori professionali.

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Luigi Salvatore Picariello Contatta »

Composta da 198 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3628 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 23 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.