Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'Europa precristiana e il sistema filosofico-religioso dei Celti

Questo mio lavoro nasce dalla forte curiosità, che ho molto coltivato in questi anni, di studiare temi ed argomenti su cui batte molto poco l’insegnamento ufficiale di “filosofia” del Medioevo. Intendendosi per “filosofia”, naturalmente come è proprio del contesto medievale nel suo complesso e nelle sue tante e variegate articolazioni, un assieme di temi, argomenti e questioni attinenti alla religiosità, alla teologia (in senso lato), alla sapienzialità, insomma, a tutto ciò che noi, molto dopo, individuiamo come “filosofia” nel senso moderno del termine.
Un fascino ed una suggestione del tutto particolari hanno esercitato su di me le credenze filosofico-religiose dei Celti: di un popolo che, troppo spesso, nella imperante cultura libresca è individuato come popolo “barbaro” e, come tale, di non particolare rilievo nella ricostruzione dei momenti culturalmente più elevati e positivi del contesto medievale.
Più mi sono avvicinata a questi studi, più ho scoperto realtà densissime di significati profondi ed antichissimi; contesti culturali ricchissimi di riflessioni e di valori che, molte volte, la “cultura occidentale” ufficiale ha trascurato o ha ridotto a momenti oleografici di moda od interesse momentaneo fugace e, magari, molto commerciale (si veda, oggi, ad esempio, il gran parlare che si fa in giro di “musica celtica” accoppiata al diffondersi, commercialmente molto lucroso, di presunta cultura e musica New age).
Naturalmente questo mio lavoro ha tutti i limiti di chi, come me, è neofita di questi studi.
Non ho mai avuto idea di presentare un lavoro esaustivo e completo in tutte le sue sfaccettature. Il mio vuole essere un contributo (per il quale ho molto lavorato e, credo, con impegno) su campi nuovi e poco battuti, almeno per gli aspetti filosofico-culturali, con il desiderio personale, molto intenso di poter continuare a studiare ed approfondire questi temi anche dopo la laurea.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE LA STRUTTURA SOCIO-ORGANIZZATIVA DEI CELTI Nonostante numerosi siano stati gli studi condotti sui Celti, tuttavia le ricerche non hanno ancora chiarito del tutto la complessità della cultura di questa misteriosa popolazione europea. I primi insediamenti celtici sono stati rintracciati nell’area dell’Europa centrale, in particolar modo in Boemia, in Polonia occidentale e meridionale, in Ungheria e nei Balcani, tuttavia il principale insediamento celtico è stata la Gallia propriamente detta nell’ampia zona fra la Manica e il Mediterraneo.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Raffaella Verri Contatta »

Composta da 110 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1856 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.