Skip to content

Le politiche di customer loyalty e retention nelle società di telecomunicazioni: il caso Telecom Italia

Informazioni tesi

  Autore: Lucia Marchegiani
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2000-01
  Università: Libera Univ. Internaz. di Studi Soc. G.Carli-(LUISS) di Roma
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia Aziendale
  Relatore: Franco Fontana
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 282

Nel 1998 l’introduzione in Italia del processo di liberalizzazione e l’idea di rompere il regime monopolista che ne aveva caratterizzato la struttura hanno suscitato nei miei confronti, allora studentessa impegnata negli studi di economia industriale, una certa attrattiva soprattutto in relazione alle implicazioni strategico-gestionali che in modo diverso avrebbero coinvolto l’ex monopolista e i new comers e le diverse opportunità che si offrivano agli attori attuali e potenziali del mercato. Successivamente, la curiosità mai soddisfatta è stata acuita in occasione dell’esperienza di stage che ho avuto l’opportunità di vivere all’interno dell’ancora giovane settore marketing di Telecom Italia . Proprio da questa esperienza, è nata l’idea di approfondire in sede di tesi le tematiche relative all’assunzione del marketing a ruolo di key-competence nelle società di telecomunicazione, costrette dalla crescente spinta competitiva a sposare un approccio marketing oriented.
In particolare, il settore italiano delle telecomunicazioni ha subito un profondo cambiamento con il recepimento in Italia della normativa europea sulla deregolamentazione, e le dinamiche di tale trasformazione, non ancora esaurite, hanno impatto sulle strategie competitive degli attori che in tale settore operano. Laddove la domanda tende a stabilizzarsi mentre vengono meno le barriere protettive di monopoli e regolamenti, il tenore competitivo deve necessariamente crescere, perché ogni cliente acquisito è un cliente perso da un concorrente. Telecomunicazioni, così come credito, distribuzione, assicurazioni, trasporti e servizi pubblici godono sempre meno della protezione di normative che limitano la concorrenza nazionale o internazionale. Le aziende abituate ad operare in regime di monopolio, o comunque di protezione dalla concorrenza, si trovano ad agire in un mercato altamente competitivo; questo si traduce nella necessità di modificare in modo radicale la gestione dell’impresa e del mercato attraverso una costante osservazione delle esigenze dei clienti.
Sul piano delle condotte strategiche, l’impatto a livello aggregato delle nuove tecnologie, degli ampliamenti degli ambiti di rivalità, della globalizzazione e della deregolamentazione si estrinseca in una crescente rilevanza della differenziazione competitiva, rendendo sempre più critica la capacità di soddisfare le attese del consumatore e di conseguenza la capacità di trattenere e fidelizzare la clientela migliore. Nel presente studio, ho rivolto la mia attenzione allo studio della strategia che meglio sembra rispondere all’esigenza dell’ex-monopolista di settore di minimizzare il churn e massimizzare la retention della propria base clientela. L’aumento della disponibilità di informazioni e delle aspettative dei clienti insieme con una crescente complessità concorrenziale sono i motivi che rendono vincente una strategia competitiva che abbia come obiettivo primario lo sviluppo di capacità e competenze mirate ad accrescere la fedeltà e la fidelizzazione dei clienti migliori. Come efficacemente è stato detto: “l’impresa vincente è quella che sposa il cliente e non si limita soltanto a sedurlo” (Brindelli, 1996).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
iv Premessa Nel 1998 l’introduzione in Italia del processo di liberalizzazione e l’idea di rompere il regime monopolista che ne aveva caratterizzato la struttura hanno suscitato nei miei confronti, allora studentessa impegnata negli studi di economia industriale, una certa attrattiva soprattutto in relazione alle implicazioni strategico-gestionali che in modo diverso avrebbero coinvolto l’ex monopolista e i new comers e le diverse opportunità che si offrivano agli attori attuali e potenziali del mercato. Successivamente, la curiosità mai soddisfatta è stata acuita in occasione dell’esperienza di stage che ho avuto l’opportunità di vivere all’interno dell’ancora giovane settore marketing di Telecom Italia 1 . Proprio da questa esperienza, è nata l’idea di approfondire in sede di tesi le tematiche relative all’assunzione del marketing a ruolo di key- competence nelle società di telecomunicazione, costrette dalla crescente spinta competitiva a sposare un approccio marketing oriented. 1 L’opportunità mi è stata offerta a seguito della vittoria del primo premio per il marketing Telecom Italia, e la mia esperienza è durata sei mesi, nel periodo ottobre 2000-marzo 2001, durante i quali ho avuto modo di lavorare a fianco di rilevanti figure professionali nel team loyalty costituito all’interno del settore marketing della business unit Wireline Services, che si occupa del mercato fonia residenziale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi