Skip to content

Protezione sismica di strutture murarie mediante elementi di rinforzo in acciaio: analisi della risposta sismica in presenza di dispositivi dissipatori di tipo viscoso

Informazioni tesi

  Autore: Gianfranco Laezza
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2001-02
  Università: Seconda Università degli Studi di Napoli
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria Civile
  Relatore: Alberto Mandara
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 313

Le tragiche conseguenze relative anche ai recenti eventi sismici, hanno messo in evidenza, la necessità di elaborare teorie e tecniche per la protezione dinamica degli edifici. In Italia, paese ad alto rischio sismico, il problema della protezione degli edifici è trattato da anni: numerosi sono i progetti di ricerca, numerose sono anche le applicazioni pratiche di tecniche antisismiche sia per gli edifici di nuova costruzione che per quelli esistenti.

Lo studio proposto nel seguente lavoro di tesi, si preoccupa di valutare i benefici apportati ad una struttura muraria, quando questa è collegata ad un sistema di controventamento metallico mediante un dispositivo viscoso, in grado di conferire una grande capacità dissipativa.

Gli obiettivi del lavoro svolto sono stati essenzialmente due:
1. Ricercare un valore ottimale del coefficiente di viscosità dei dissipatori.
2. Valutare le caratteristiche meccaniche ottimali del sistema di controventamento.

Lo studio presentato per sua natura ha un carattere non assoluto, ma comunque le analisi sono state condotte nel modo più generale possibile secondo considerazioni tecnico-progettuali: a tal proposito sono stati scelti tre tipi di muratura, previsti dalla normativa, e sono state fatte variare le caratteristiche del controvento e del dissipatore al fine di individuare la configurazione ottimale.

Le analisi sono state effettuate con il programma di calcolo agli elementi finiti CANNY, in grado, con i suoi molteplici modelli isteretici, di modellare a pieno il comportamento non-elastico e non-lineare della muratura.

La scelta della combinazione di condizioni ottimali è inquadrata nell’ottica del principio del “performance based design”, secondo il quale una struttura deve essere in grado di evitare il crollo, nel caso di terremoto della massima violenza possibile, risparmiando così perdite di vite umane, ma accettando la possibilità di danni, nel caso de terremoti di modesta entità, in base all’assunto che sostituire o riparare il ridotto numero di strutture che sarebbero danneggiate dai terremoti più violenti è meno costoso che costruire solo strutture tanto resistenti da non subire alcun danno.


Organizzazione del testo

Il lavoro è suddiviso in tre parti, ognuna delle quali rappresenta un momento differente della ricerca: ricerca bibliografica, approfondimento e modellazione, infine analisi e interpretazione dei risultati.

La prima parte comprende due capitoli: il primo esamina gli aspetti teorici del controllo della risposta sismica delle strutture, elencando le principali tecniche di protezione sismica; nel secondo viene fatto un breve quadro della normativa italiana ed europea sulle tecniche di protezione sismica.

La seconda parte comprende i capitoli dal terzo al sesto dedicati alla modellazione dei sistemi strutturali impegnati. In particolare il terzo e quarto capitolo trattano dei dispositivi dissipatori viscosi, nel primo dei due viene studiato il modello analitico mentre nel successivo si utilizzano i dati sperimentali di una prova eseguita su un dispositivo per verificare l’esattezza del modello analitico. Il quinto capitolo tratta la modellazione analitica del pannello di muratura, sono illustrate le principali conclusioni conseguite dalla ricerca bibliografica e viene illustrato il modello matematico implementato nel programma di calcolo CANNY col quale sono effettuate tutte le analisi. Nel sesto capitolo si riporta lo stato dell’arte relativo ai controventi eccentrici, dei requisiti di rigidezza e di dissipazione che questi sistemi posseggono, in particolare viene dato risalto ai dati sperimentali che sono stati ottenuti dall’Università di Berkeley in California.

Nella terza parte troviamo i due ultimi capitoli. Il settimo è dedicato alla descrizione della ricerca e delle analisi, vengono identificati i tre tipi di muratura ed infine vengono riportati i grafici che riportano l’andamento degli indici di danneggiamento in funzione della viscosità.
Il lavoro è concluso con il capitolo 8 nel quale viene introdotto il concetto del “performance based design”, riportando le principali indicazioni della normativa americana FEMA 356, sono definiti i limiti prestazionali e vengono forniti i risultati dell’analisi e le indicazioni progettuali. In quest’ultimo capitolo troviamo anche una trattazione analitica del modello semplificato 2-DOF a masse concentrate e un’analisi delle funzioni di trasferimento degli spostamenti di tale modello.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

acciaio
adeguamento sismico
adeguamento strutturale
canny
consolidamento strutturale
dissipatori
progettazione strutturale
protezione sismica
vulnerabilità sismica

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi