Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'azione dell'Unione Europea a favore delle Piccole e Medie Imprese

Il processo di globalizzazione delle attività economiche rappresenta il fenomeno più importante che caratterizza la più recente evoluzione di una economia mondiale sempre più aperta ed integrata.
Nel nuovo sistema economico mondiale i tradizionali fattori politici ed economici sembrano sempre meno rilevanti rispetto a quelli tecnologici: informatica e telematica favoriscono comportamenti e flussi economici impossibili da attuare fino a pochi anni fa.
La globalizzazione del mercato ha contribuito a porre l'Europa sotto una più forte pressione competitiva e ad amplificare la concorrenza di questi cambiamenti; tale processo spinge le Pmi a confrontarsi sempre più in un ottica internazionale.
All'interno dei paesi europei la stessa realizzazione del mercato Unico ha messo in crisi un gran numero di Pmi appartenenti ai più diversi settori industriali.
Lo sviluppo di relazioni extraziendali per le Pmi, imprese che fino ad oggi sono state abituate ad affrontare un mercato prettamente domestico e salvo rari casi, geograficamente concentrato nella zona di creazione dell'impresa è ora necessario a causa del processo di globalizzazione delle attività economiche.
La globalizzazione del mercato sta creando presupposti anche per una maggiore pressione competitiva ed un ampliamento della concorrenza.
La Comunità europea ha deciso di mettere a punto degli strumenti specifici come le reti degli EIC, dcl BRE, del BC-NET e del REGIE per permettere alle Pmi europee di affrontare con maggiore sicurezza questo scenario e di accrescere la loro competitività attraverso la promozione della cooperazione regionale, nazionale ed internazionale.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione. Il processo di globalizzazione delle attività economiche rappresenta il fenomeno più importante che caratterizza la più recente evoluzione di una economia mondiale sempre più aperta ed integrata. Nel nuovo sistema economico mondiale i tradizionali fattori politici ed economici sembrano sempre meno rilevanti rispetto a quelli tecnologici: informatica e telematica favoriscono comportamenti e flussi economici impossibili da attuare fino a pochi anni fa. La globalizzazione del mercato ha contribuito a porre l'Europa sotto una più forte pressione competitiva e ad amplificare la concorrenza di questi cambiamenti; tale processo spinge le Pmi a confrontarsi sempre più in un ottica internazionale. All'interno dei paesi europei la stessa realizzazione del mercato Unico ha messo in crisi un gran numero di Pmi appartenenti ai più diversi settori industriali. Lo sviluppo di relazioni extraziendali per le Pmi, imprese che fino ad oggi sono state abituate ad affrontare un mercato prettamente domestico e salvo rari casi, geograficamente concentrato nella zona di creazione dell'impresa è ora necessario a causa del processo di 9 lobalizzazione delle attività economiche. La globalizzazione del mercato sta creando presupposti anche per una maggiore pressione competitiva ed un ampliamento della concorrenza La Comunità europea ha deciso di mettere a punto degli stumenti specifici come le reti degli EIC, dcl BRE, del BC-NET e del REGIE per permettere alle Pmi europee di affrontare con maggiore sicurezza questo scenario e di accrescere la loro competitività attraverso la promozione della cooperazione regionale, nazionale ed internazionale.

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Massimo Fasiello Contatta »

Composta da 194 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2857 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.