Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il signoreggiamento del fuoco

Oggetto di questa tesi è come Ernesto de Martino si sia interessato e abbia studiato il fenomeno di signoreggiamento del fuoco inquadrandolo nel più ampio problema della realtà dei poteri magici. In particolare, abbiamo analizzato i materiali inediti presenti nell'Archivio Ernesto de Martino, cercando di ricostruire il percorso di studio che lo ha portato alla pubblicazione del Mondo magico e del “Signoreggiamento del fuoco”.
La prima parte è dedicata ad Andrew Lang, che de Martino giudica il primo studioso ad essersi interessato seriamente al fenomeno; citato da Pettazzoni, per le sue teorie sull’origine della religione, Lang diventa per de Martino, nel Mondo magico, un importante riferimento teorico; occupandosi di etnologia e parapsicologia, Lang porta avanti la sua radicale convinzione della necessaria integrazione fra le due discipline.
La seconda e la terza parte di questa tesi, che ne rappresentano il nocciolo, trattano dei materiali su cui ha lavorato de Martino, inediti e non, e del percorso da lui svolto per arrivare dai materiali grezzi ai testi. Confrontando i materiali inediti con gli scritti, notiamo come i materiali riportati in Archivio siano ricchi di minuziose descrizioni etnografiche che non ritroviamo poi nei testi: evidentemente l’autore, era interessato più ad un dibattito teorico sulla realtà di processi cerimoniali di incombustione, che non all'elencazione di testimonianze. Nel Mondo magico, in particolare, troviamo un dibattito teorico molto complesso che porta a definizioni importanti come quelle della “paradossia della natura culturalmente condizionata” e dell’ “individuazione del dramma storico del mondo magico”, concetti fondamentali per la comprensione dei problemi legati alla magia.
La quarta parte vuole essere un richiamo a ciò che significa oggi camminare sul fuoco; a questo proposito ci siamo avvalsi della testimonianza del Prof. Paolo Bartoli che offre un'interessante analisi del rito del ''Paso del fuego'' a San Pedro Manrique, in Spagna, e delle nuove pratiche di camminamento sul fuoco legate alla New Age e movimenti affini.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Probabilmente ogni scienziato scrupoloso tiene nei suoi schedari una cartella in cui accumula, nel corso degli anni, il meglio della sua ricerca. Che egli abbia o no l’intenzione cosciente di destinarli a un libro che spera di scrivere un giorno o l’altro, questi appunti sono prima di tutto un tentativo di chiarire a se stesso il senso e il valore della sua attività scientifica, indipendentemente dagli scopi che la ricerca può proporsi. 1 George Devereux Oggetto di questa tesi è come Ernesto de Martino si sia interessato e abbia studiato il fenomeno di signoreggiamento del fuoco inquadrandolo nel più ampio problema della realtà dei poteri magici. In questo lavoro, articolato in quattro parti, analizzeremo i materiali inediti presenti nell'Archivio Ernesto de Martino, cercando di ricostruire il percorso di studio che lo ha portato alla pubblicazione del Mondo magico e del “Signoreggiamento del fuoco”. Camminare su pietre e carboni ardenti è, fra le tecniche del corpo, una delle più affascinanti, ne abbiamo testimonianze molto antiche e ancora oggi è una pratica diffusa. 1 G. Devereux, Dall’angoscia al metodo nelle scienze del comportamento, a cura di Carlo Severi, Biblioteca Biographica, Istituto della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani, p. 21.

Tesi di Laurea

Facoltà: Sociologia

Autore: Elena De Concini Contatta »

Composta da 205 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2567 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.