Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Liberazione animale e nuovi diritti: un confronto fra P. Singer e T. Regan

La tesi prende in considerazione ''la questione animale'' alla luce delle teorie etico-filosofiche dei due più autorevoli rappresentanti dell'animalismo contemporaneo, Peter Singer e Tom Regan. In tale contesto la riflessione filosofica si apre progressivamente al riconoscimento di altri esseri viventi e ci costringe a gettare lo sguardo oltre il confine biologico della nostra specie, alla riscoperta di quella dimensione non umana in cui altre forme di vita senziente, oltre la nostra, reclamano valore e dignità etica. Sia Singer che Regan, pur facendo riferimento a due posizioni teoriche differenti, stabiliscono una stretta analogia tra la condizione degli animali, utilizzati per fini industriali o scientifici, e la schiavitù umana: in entrambi i casi è presente infatti lo stesso atteggiamento di esclusione dal comune ambito dell’umanità nel tentativo di giustificarne l’oppressione. Un’etica che voglia dirsi autenticamente umana deve superare l’umano e comprendere in sé il diverso. Al tempo stesso solo l’essere umano, in quanto agente morale responsabile, è capace di distaccarsi dai propri immediati interessi e riconoscere il valore dell’alterità, umana o animale che sia, garantendone il rispetto e la dignità etica.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Carla Giaccaglini Contatta »

Composta da 196 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4507 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 19 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.