Skip to content

Sistemi elettorali, elezioni e vicende politiche nel Collegio di Volterra (1882-1913)

Informazioni tesi

  Autore: Sandra Ristori
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2001-02
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze Politiche
  Relatore: Rolando Nieri
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 219

Lo scopo di questo lavoro è ricostruire l’andamento del voto del Collegio di Volterra attraverso l’analisi dei risultati delle elezioni politiche nel periodo dall’allargamento del suffragio al suffragio universale maschile (1882-1913). Tale analisi è stata principalmente operata attraverso la lettura dei periodici locali, i quali riportando sia la cronaca che i risultati delle elezioni hanno permesso di ricostruire dettagliatamente le varie campagne elettorali.
La storia di questo Collegio è stata suddivisa nel periodo del plurinominale, dal 1882 al 1890, quando in pratica il Collegio di Volterra non esistette, e nel periodo dell’uninominale, dal 1892 al 1913, gli anni in cui il Collegio fu ripristinato. È proprio quest’ultimo periodo che costituisce la parte centrale di questo lavoro. Dal 1892 al 1913 infatti il Collegio di Volterra assicurò costantemente il suo seggio al composito “partito” liberale, in particolare dal 1892 al 1900 il deputato fu Ernesto Ruggieri, dal 1892 al 1913 Piero Ginori Conti. Tuttavia è da rilevare che il voto non fu sempre uniforme nell’intero Collegio. Mentre il capoluogo Volterra e i comuni limitrofi furono la roccaforte liberale, la Maremma Pisana espresse, fino al 1904, un voto di protesta nei confronti dei candidati volterrani che di volta in volta si presentavano alle elezioni. Tra tutti i comuni della Maremma Pisana, Piombino occupò una posizione di riguardo. Unica città industriale del Collegio diventò la roccaforte dei socialisti, rappresentati prima da Jacopo Danielli, successivamente da Ferruccio Niccolini.
Il mio studio ha voluto solo indicare le linee fondamentali del voto e delle sue differenziazioni tra le varie aree del Collegio. Il completo reperimento di tutti i dati sarebbe stato possibile dopo una lunga, accurata, ma probabilmente non sempre fruttuosa ricerca negli archivi comunali di tutti i comuni che componevano il Collegio. Tuttavia ho creduto interessante ricostruire le vicende elettorali di un singolo comune per poter confrontare, sulla base dei dati raccolti e dei resoconti della stampa locale, il voto dell’intero collegio con una sua parte. Per questo la mia attenzione si è limitata all’analisi del voto del comune di Castagneto Carducci. La ragione di tale scelta risiede nell’essere il mio comune di residenza e nella curiosità di conoscerne il suo passato recente. L’analisi ha evidenziato un voto spesso in contrasto con quello espresso dall’intero collegio, originato da quei dissapori tra Volterra e la Maremma Pisana di cui ho detto in precedenza. Questo accadde soprattutto dalle elezioni del 1892 fino al 1904, dopodiché il voto si uniformò a quello dell’intero Collegio.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
I INTRODUZIONE Questo lavoro si propone di analizzare il voto del Collegio di Volterra dal 1882 al 1913. A questo scopo, ho ricostruito le vicende politiche del Collegio attraverso lo studio dei risultati delle elezioni politiche. Il periodo in cui è compresa questa analisi ha come estremi gli anni delle riforme elettorali: l’allargamento del suffragio nel 1882, il suffragio “quasi” universale nel 1913. La riforma del 1882 comportò una diversa composizione del corpo elettorale e trasformò il sistema maggioritario uninominale, in base al quale si era formato il Parlamento, in plurinominale con scrutinio di lista. Questo significò la scomparsa, tra gli altri, del Collegio uninominale di Volterra che fu inserito nel Collegio unico di Pisa insieme ai restanti ex-collegi della provincia. Dal 1882 al 1890 Volterra non fu capoluogo di un collegio che esprimeva il proprio deputato. Fu solamente capoluogo dell’omonimo circondario il quale contribuì alla elezione dei cinque deputati del Collegio di Pisa. Nel 1891 la legislazione elettorale provvide a ripristinare il sistema uninominale e con questo anche il Collegio di Volterra tornò a votare il suo deputato. La scena politica volterrana fu occupata da quattro attori principali: Ruggieri, Danielli, Ginori Conti e Niccolini, le cui vicende politiche sono distinguibili in due periodi: la deputazione di Ruggieri e il suo

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

castagneto carducci
elezioni
piombino
sinistra storica
volterra
storia d'italia
storia contemporanea
sistemi elettorali
collegi elettorali
piero ginori conti
ernesto ruggieri

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi