Skip to content

Peter Handke: utopia della riconciliazione

Informazioni tesi

  Autore: Giuseppe Inghilterra
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2001-02
  Università: Università degli Studi di Palermo
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lingue e Letterature Straniere
  Relatore: Momme Brodersen
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 141

Handke è un autore estremamente sfuggente, difficile da catturare ed inquadrare in maniera semplice e rapida.
La natura non proprio convenzionale di questo scritto è senz’altro legata alla qualità dell’autore trattato, tutt’altro che catalogabile.
La sua attività letteraria è rivolta a creare forme in grado di rendere percettibile l’invisibile e cosciente, ciò che non lo è, in ciò puntando concretamente verso la totalità. Tale unità, alla quale Handke sacrifica la sua arte non può certo essere individuata, isolando un singolo argomento, anzi è impossibile discutere un singolo argomento senza ricollegare il tutto. Nolente o volente questa fusione deve essere considerata. In questa sede si è deciso di farne il nocciolo centrale della dissertazione, seguendo in ciò, per quanto faticoso, l’intenzione artistica dello scrittore.
Dipanando un groviglio di riflessioni, ci si trova nel frattempo immersi, come capita ai suoi personaggi, in uno svelante viaggio di scoperta, attraverso una geografia e topografia fantastica ma reale più che mai, con continui e fitti riferimenti all’attualità, rappresentando una sorta di moderna ricerca del Graal in un mondo d’oggi materiale, così concreto da essere angosciosamente astratto. E’ facile perdere d’occhio la volontà dell’autore, mentre narra di tutto e di niente, mentre dissemina copiosi in tutta l’opera, attrazioni psicologiche ed autobiografiche – veri e propri specchi per le allodole, che conducono facilmente fuori strada.
L’opera si presenta come una sorta di tautologia, un sistema chiuso ed auto-referenziale, perfettamente combaciante, in cui ogni nuovo concetto, essendo forma variata, finisce per coincidere con ciò che era già stato detto.
La sua arte è primariamente una sfida formale, che porta verso l’evidenza, che è forma e tema contemporaneamente, in cui il contenuto è la forma che egli ha deciso di dare al suo pensiero. Significando la relazione tra esteriorità ed interiorità la forma non ha dunque una funzione decorativa, ma di collegamento, di contatto, di accordo tra l’io ed il mondo esterno. Dato che la forma per Handke esprime il senso di realtà, la sua poetica non equivale né ad una ricerca interiore soggettiva nè ad una fuga nell’irrazionale.
L’opera dello scrittore è da comprendere come analisi fenomeno-poetica di movimenti di coscienza e di esperienze, di possibilità percettive, della localizzazione estetica dell’io, dei suoi successi e delle sue sconfitte, di ripetizioni, di improvvisa assenza, di antiche misure, della sempre nuova speranza e partenza, del desiderio di armonia.
L’artista apparentemente lavora fuori dai problemi sociali e politici, dalla contingenza. Senza società e politica non resta che l’uomo: ad esso è diretta l’attenzione dell’artista, che tenta di affrontare il problema dell’esistenza, il problema dell’io, come fenomeno unitario in sé. Ciò che appare come minaccia all’integrità dell’io, appare nell’opera come posizione vuota, assente; l’artista ripone la sua fede in una naturale tendenza cosmica e casuale verso l’interezza dell’individuo e del mondo.
Contro l’esperienza mediata lo scrittore propone un sistema necessariamente auto-referenziale, che si costruisce intorno ad un’ontologia dell’hic et nunc, in cui l’uomo è al centro dello spazio e fonda il suo percorso di scoperta basandosi essenzialmente sulle forme percettive veicolate dai sensi.
Handke scopre nella percezione visiva l’elemento di coesione con il tutto. L’azione della descrizione handkeana, in simmetria ad un osservare lento e coscienzioso, dipinge il contorno delle cose e le rende manifeste. Non solo, gettando lo sguardo sui movimenti percettivi, la parola handkeana si spinge lì, intorno e dentro al corpo osservato, per catturare e manifestare ciò che appare impercettibile all’occhio, ma che pur esiste. L’autore intende il suo lavoro come una necessaria formalizzazione – e dunque un portare alla luce – di ciò che è, ma di cui si avverte un vuoto linguistico. Handke si spinge verso il vuoto e nell’intento di riempirlo lentamente, realizza forme verbali d’essere, muovendosi in angoli della realtà della coscienza, sempre più sconosciuti, che fanno aguzzare i sensi e anche i movimenti di scrittura.
Pur considerando la discutibilità della sua costruzione artistica, senz’altro arbitraria, e pur ammettendo l’utopia della sua riconciliazione, Handke ridona alla letteratura attuale la sua funzione essenziale: raccontare l’uomo contemporaneo. In ciò rivendica simultaneamente la centralità e l’autonomia dell’arte e dell’artista in questo tempo, dove pare domini il silenzio. Allora è possibile leggere il racconto handkeano come un grido di incitamento, affinché si continui a cercare e creare, e a ricercare e ricreare; perché niente è definitivo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Nell’ampio panorama della letteratura critica su Handke, nell’esame tematico e stilistico, nella ricerca delle innumerevoli influenze nella sua opera, emerge un quadro molto intricato e problematico. La critica sembra aver trascurato spesso l’intenzione artistica dell’autore, denunciando anzi sistematicamente la sua alienazione, lo sfrenato narcisismo e la totale incomunicabilità dell’opera. Le diverse posizioni critiche tra l’altro e di conseguenza l’insicura sistemazione dell’opera handkeana rispetto all’estetica postmoderna costituiscono un reale disagio, per chi si accosta all’autore per la prima volta. Il primo capitolo tenta di fare un po’ di chiarezza, riferendo della biografia dello scrittore alla luce del contesto storico-letterario. Sono state elencate gran parte delle opere in relazione alla maturazione artistica di volta in volta raggiunta dall’autore, in modo da tentare un quadro generale, quanto più completo del pensiero handkeano, prestando maggiore attenzione alle problematiche connesse alla forma artistica. Il secondo capitolo considera due momenti clamorosi, che hanno contribuito ad esibire l’artista come fenomeno mediatico. Ci si riferisce alla fase, in cui raggiunse fama mondiale a soli ventiquattro anni e al momento della marea di polemiche ultimamente sollevate in occasione della

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi