Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le Nuove Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione (NTIC) e i Sistemi Informativi Territoriali (SIT) applicati alla pianificazione: una possibile applicazione per il dialogo tra enti pubblici e cittadini

La ricerca di nuovi meccanismi che consentano una partecipazione più diretta ai processi decisionali di tutte le parti sociali, risiede nella definizione di sistema di governo democratico, che individua nella polis ateniese l’ideale della democrazia partecipativa.
L’esigenza di un maggior coinvolgimento nel processo decisionale avviene proprio da quei soggetti che sono coinvolti dagli effetti di quelle decisioni.
L’obiettivo della tesi è rendere partecipe la popolazione nelle decisioni relative alle trasformazioni del territorio, mediante l'utilizzo di strumenti di tipo telematico.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE La ricerca di nuovi meccanismi che consentano una partecipazione più diretta ai processi decisionali di tutte le parti sociali, risiede nella definizione di sistema di governo democratico, che individua nella polis ateniese l’ideale della democrazia partecipativa. l’esigenza di un maggior coinvolgimento nel processo decisionale avviene proprio da quei soggetti che sono coinvolti dagli effetti di quelle decisioni. L’obiettivo della tesi è rendere partecipe la popolazione nelle decisioni relative alle trasformazioni del territorio, mediante l'utilizzo di strumenti di tipo telematico. Gli attori che saranno coinvolti nel sistema, sono: -I decisori (decision-makers) che hanno la responsabilità di prendere le decisioni, individuati generalmente in un'autorità pubblica. -La popolazione, intesa come cittadini (citizens), più che di popolazione in senso demografico, in quanto attore che subisce gli effetti della decisione. -I progettisti responsabili dell’organizzazione delle basi per la decisione. La necessità di partecipazione: -E’ causata dall’imprevedibilità del legame causa-effetto dei problemi, che “oggi”, hanno complessità e dimensioni sempre maggiori, ai quali i decisori devono trovare la soluzione, che abbia un effetto il più condiviso possibile tra i cittadini. Proprio per i caratteri di tali problemi, le decisioni vengono sempre più affidate a tecnici specializzati, i quali sono responsabili: dell’obiettività dei giudizi e dell’efficacia degli obiettivi, anche se non è compito loro definirli, ma della democrazia. Risalta in questo passaggio: La competenza, che viene meno nel singolo cittadino, ma non nella popolazione, creando un conflitto tra controllo democratico e tecnocratico.

Tesi di Laurea

Facoltà: Pianificazione del Territorio

Autore: Gianluca Penzo Contatta »

Composta da 96 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3181 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.