Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gli atelier d'ècriture: indagine sulla scrittura creativa in Francia

Questo lavoro di ricerca si occupa della scrittura creativa, un settore vago ed interessante, ma ancora inesplorato, dato che solo pochi studiosi hanno iniziato da alcuni anni a prestare una certa attenzione a questa pratica. La scrittura, infatti, è, da sempre, considerata una pratica di difficile accesso e riservata solo a coloro che dimostrano un certo talento in questo campo. Tuttavia, negli ultimi anni, si assiste ad una sempre più capillare diffusione di laboratori che organizzano corsi di scrittura creativa, sostenendo che la scrittura è un atto comune a tutti, diffuso e strettamente legato all’immaginazione, ma che necessita, allo stesso tempo, della conoscenza di regole e strutture grammaticali.
Il presente studio si concentra sull’analisi della diffusione degli atelier d’ècriture in Francia e, in misura diversa, in Italia. Si è reperito il materiale indispensabile per condurre l’indagine, in primo luogo, considerata la scarsità di testi sull’argomento, avvalendosi delle possibilità di ricerca offerte dalla rete. Infatti, attraverso i principali motori di ricerca (Google, Virgilio, Yahoo) si sono condotte prime ricerche miranti a rintracciare la presenza di eventuali siti che trattassero l’argomento e, una volta trovati, si è avviata una ricerca più approfondita che ha visto, dapprima, una visita nel dettaglio degli stessi e, successivamente, un’indagine cartacea presso biblioteche e librerie al fine di reperire ulteriore materiale utile per lo studio. Ci si è impegnati, quindi, a stilare un primo elenco degli atelier d’ècriture presenti sul territorio francese (si è preferito seguire una scansione per grandi città) e su quello italiano (in questo caso, si è privilegiata una scansione per aree geografiche), accompagnato dai rispettivi programmi informativi e sulla base di questo elenco si è tentato di rispondere a cinque domande-guida (1. Quali sono le origini degli atelier d’ècriture? 2. Che cosa sono? 3. Quali sono le modalità di funzionamento? 4. Chi sono i protagonisti? 5. Quali sono le reazioni della società?) in modo da mettere un po’ di ordine in tutto il materiale reperito.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE L’écrit, ça vient comme le vent, c’est nu, c’est de l’encre, c’est l’écrit, et ça passe comme rien d’autre ne passe dans la vie, rien de plus, sauf elle, la vie. M. Duras, Ecrire Definire in termini precisi l’atto di scrittura è un impegno difficile quanto vago. L’arte dello scrivere, da sempre, è una forma espressiva e creativa che, pur nel rigore delle regole in cui essa si colloca, lascia ampio spazio all’immaginazione, sia di chi di quest’arte è lo strumento attivo (chi scrive), sia da parte di chi dell’arte di scrivere è uno strumento passivo (il lettore). Questo ancor più oggi che gli strumenti di scrittura prima, e di comunicazione poi, hanno ampliato i propri strumenti di lavoro. L’uso sempre più frequente del computer per elaborare testi, e l’avvento di Internet in particolare, da un lato hanno modificato il linguaggio e le regole ad esso correlate, dall’altro hanno ampliato gli orizzonti e le potenzialità comunicative permettendo a chiunque di cimentarsi con quest’arte e con le sue molteplici forme.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Floriana Detomaso Contatta »

Composta da 179 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2242 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.