Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sistema bancario e banche di credito cooperativo della Campania: confronti e tendenze nel periodo 1990-1995

La tesi compie un lavoro di ricerca e confronto dei principali aspetti patrimoniali, reddituali e gestionali delle banche di credito cooperativo della Campania, e dei corrispondenti valori del sistema bancario italiano nel quinquennio 1990-1995. Sullo sfondo della riforma del 1993, dall'analisi e dal raffronto dei dati nascono interessanti considerazioni sul ruolo e sulle prospettive del credito cooperativo campano, e sulle strategie che il movimento dovrà adottare nel nuovo millennio per affrontare la sfida dei mercati.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE Gli anni novanta hanno coinciso con una fase in cui i grandi cambiamenti annunciati ed elaborati nel corso degli ultimi anni del decennio precedente hanno trovato una loro affermazione a livello legislativo. In particolare, alcuni settori della vita economica hanno rivelato un inaspettato fermento a causa forse della eccessiva arretratezza di strutture e metodi preesistenti. Il settore bancario si è rivelato tra i più dinamici: cinquant’anni sono forse troppi per una legge bancaria, per quanto valida essa possa essere. Le novità emerse in questo ultimo decennio (anche nel modo di pensare e di fare intermediazione creditizia, a mio avviso) hanno coinvolto ogni tipo di struttura, sia grande che piccola: solo banche dotate di adeguate risorse patrimoniali, tecnologiche, umane ed organizzative e capaci di effettuare

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Roberto Vertuccio Contatta »

Composta da 191 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2991 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.