Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il forno Kaldo: processi, macchine e impianti dello stabilimento Eni Risorse S.p.A. di Porto Marghera - Venezia

Negli impianti convenzionali di produzione del rame, le varie fasi del processo vengono distribuite su sezioni differenti. Nel processo sviluppato dall'Enirisorse le varie fasi del processo produttivo hanno luogo all'interno della medesima apparecchiatura: il ''Forno Kaldo''. Questa denominazione deriva dai nomi dell'inventore e del costruttore del forno stesso (Kalling e Domnarvet). L'impianto di conversione del rame ha lo scopo di produrre rame blister (95-98% di Cu), a partire da rottami L.G. (Low Grade) a basso contenuto in rame, che viene successivamente portato al forno ''Maerz'' per essere colato in anodi, i quali, trattati elettroliticamente, diverranno catodi di rame di elevata qualità.

Mostra/Nascondi contenuto.
7I Introduzione Lo stabilimento dell'Enirisorse S.p.A. di Porto Marghera è collocato nel polo industriale che si trova ai margini della laguna di Venezia. Occupa all'incirca centomila mq di superficie (vedi specifica I.1) sviluppandosi in direzione Nord-Sud; è delimitato a Nord da un'arteria stradale che unisce Venezia all'entroterra e a sud da un canale navigabile per cui si può accedere facilmente allo stabilimento sia via mare che via terra. Lo stabilimento nacque nel 1963 per la produzione dello zinco da minerale attraverso un processo idro-metallurgico- elettrolitico. La produzione dello zinco elettrolitico è però cessata nel 1981 quando si è dato inizio alla costruzione ex- novo di un impianto di raffinazione elettrolitica del rame partendo dal rame blister e/o dai rottami di rame. La costruzione dello stabilimento terminò nel 1984 ed oltre alla raffinazione del rame vi è un impianto di fusione e laminazione dello zinco sotto forma di sfere, laminati, filo e leghe di zinco. Nel 1992 infine fu completato un ulteriore ampliamento della linea rame con contemporanea costruzione e partenza di un nuovo forno (il TBRC: Top Blow Rotary Converter) per il trattamento di materiale con basso tenore di rame tramite il processo "Kaldo". Nello stabilimento di Porto Marghera il personale completo supera di poco le trecento unità ed inoltre si producono circa:

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Roberto Renzi Contatta »

Composta da 83 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2500 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.