Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Nadie hablarà de nosotras cuando hayamos muerto, sceneggiatura originale di Agustìn Dìaz Yanes. L'applicazione della teoria dei polisistemi al lavoro del traduttore e del dialogista nel sottotitolaggio e nel doppiaggio.

In questa tesi ho applicato la teoria dei polisistemi di Itamar Even-Zohar alla traduzione ai fini del doppiaggio e del sottotitolaggio. Per produrre un esempio pratico mi sono servito della sceneggiatura originale (che si trova in appendice alla tesi) di un film di cui non esiste una versione italiana né doppiata né sottotitolata, ne ho fatto la traduzione e ho analizzato le differenze tra questa, il testo da me scritto ai fini del doppiaggio e quello da me scritto ai fini del sottotitolaggio. I primi capitoli di questa tesi illustrano quali sono i miei principi in ambito di teoria della traduzione, mentre i restanti illustrano l'applicazione della teoria dei polisisitemi al polisistema del cinema italiano.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione Questa tesi si propone di illustrare come la Teoria dei Polisistemi di Itamar Even- Zohar sia applicabile anche e soprattutto alla traduzione a scopo cinematografico. Per un esempio concreto ho preso in esame la sceneggiatura del film spagnolo Nadie hablará de nosotras cuando hayamos muerto, scritto e diretto da Agustín Díaz Yanes. 1 Tale progetto è nato grazie a una serie di eventi che sono venuti a coincidere al momento giusto nel luogo giusto: la mia passione per il cinema, per la lingua spagnola e la mia amicizia con il nipote del regista non sono recenti, mentre lo sono, relativamente, l’interesse per lo studio della teoria della traduzione, l’avere avuto la fortuna di ottenere da Agustín il copione originale del film e il fatto che questo non sia mai stato doppiato né sottotitolato in italiano 2 . Tale fortuna è poi considerevole se si tiene conto del fatto che il film in Spagna è stato premiato con ben otto Goya 3 nel 1996 e con molti altri riconoscimenti 4 e che l’ultimo film di Agustín, Nessuna notizia da Dio, è arrivato nelle sale cinematografiche di tutta Italia a metà settembre di quest’anno, a dimostrazione dell’interesse suscitato da questo regista presso il pubblico italiano. Nel primo capitolo presento la trama del film e alcune sue peculiarità; nel successivo, dopo una premessa sul mio approccio alla traduzione, passo ad illustrare la teoria dei polisistemi che, per la sua caratteristica di considerare l’insieme di tutte le forme letterarie di 1 Nato a Madrid nel 1950, si è laureato in Storia moderna e contemporanea ed ha insegnato nella Universidad Americana de Madrid. Ha tradotto in spagnolo The Fable of the Bees di Bernard de Mandeville e The Garden Party di Katherine Mansfield. Ha collaborato come critico letterario per le riviste impegnate "Diario 16", "Cambio 16" e "El Socialista". Ha scritto le sceneggiature dei film: Baton Rouge di Rafael Moleón, A solas contigo e Demasiado corazón di Eduardo Campoy. Nadie hablará de nosotras cuando hayamos muerto (1995) è la sua prima opera da regista. Dopo sette anni, in cui ha lavorato alla sceneggiatura di Madrid Sur senza trovare un finanziatore, ha diretto Sin Noticias de Dios, un lungometraggio che è arrivato in Italia a metà di settembre 2002 con il titolo di Nessuna notizia da Dio. 2 L’unico paese in cui il film è stato doppiato è la Francia. 3 Il Goya è l’Oscar spagnolo. Ecco l’elenco di quelli vinti da Nadie hablará de nosotras cuando hayamos muerto: Miglior film; Migliore attrice Victoria Abril; Migliore attrice non protagonista Pilar Bardem; Migliore sceneggiatura originale Agustín Díaz Yanes; Migliore colonna sonora Bernardo Bonezzi; Migliore Direzione della Produzione José Luís Escolar; Migliore montaggio José Salcedo; Migliore regista emergente Agustín Díaz Yanes. 4 Premi: 1995-ASECAN- Miglior film. 1995-Cartelera Turia- Miglior film. 1995-Circulo de Escritores Cinematográficos- Miglior film. 1995-Círculo de Escritores Cinematográficos- Migliore regista emergente. 1995-Festival de Cine de San Sebastián- Premio Speciale per il Miglior film. 1995-Festival de Cine de San Sebastián- Migliore attrice (Victoria Abril). 1995-Fotogramas de Plata- Miglior film. 1995-SER-ONDAS- Miglior film. 1995-SER-ONDAS- Migliore regia. 1995-SER-ONDAS- Migliore attrice (Victoria Abril).

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Giuseppe Forciniti Contatta »

Composta da 240 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2231 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.