Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il disconoscimento di paternità

Il disconoscimento di paternità è regolato dall'art.235 c.c., modificato dalla L. 151/75 di riforma del diritto di famiglia.
Fattispecie di discussa regolamentazione è quella relativa all'inseminazione artificiale eterologa. Il consenso all'inseminazione può sostituire l'elemento biologico ed impedire il disconoscimento? Alla luce dell'attuale legislazione, che nulla dispone in proposito, il vuoto normativo non è ancora stato colmato. Rilevante è l'indirizzo assunto in proposito dalla Corte di Cassazione che con sentenza n.2315/99 ha statuito l'impossibilità di disconoscere nel caso di consenso del marito all'inseminazione artificiale eterologa.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Le origini della regolamentazione del disconoscimento di paternità sono da ricercare nel Code Napoleon che prevedeva l’istituto soltanto per le ipotesi della fisica impossibilità di coabitare con la moglie, della separazione dei coniugi e quella dell’adulterio accompagnato dal celamento della gravidanza e consentiva l’esperibilità dell’azione soltanto al padre. Il nostro codice del 1865 si è uniformato al diritto francese aggiungendo, però, l’ulteriore ipotesi dell’impotenza manifesta. Le quattro fattispecie disciplinate in distinti articoli sono state, poi, riunite nel solo art. 235 c.c. del codice vigente. Infine la materia è stata ulteriormente modificata dalla legge n. 151/1975 di riforma del diritto di famiglia con la sostituzione del 1° comma e con l’aggiunta del 3° comma. La riforma ha consentito una prova più agevole per il padre che voglia dimostrare che il concepimento non gli è attribuibile ed ha attribuito la legittimazione attiva all’esercizio dell’azione anche alla madre ed al figlio, inoltre nel nuovo testo non è più compreso il caso di separazione personale dei coniugi, poiché in tale ipotesi è venuta meno la presunzione di paternità.

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Ester Turato Contatta »

Composta da 136 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6273 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 23 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.